Altro
Twitter Porto

GAVETTA, POLMONI E SPINTA COSTANTE: MANAFÁ, IL NUOVO PENDOLO DEL PORTO

Il Porto piazza un importante colpo, per il presente e soprattutto per il futuro. Si tratta di Wilson Manafá, laterale sinistro che si è messo particolarmente in evidenza in questa prima parte di stagione in Primeira Liga con la maglia della Portimonense. Per Manafá arriva la tanto attesa occasione per dimostrare il proprio valore anche in una grande realtà e su questo ci sono veramente pochi dubbi. Wilson Migueis Jancó Manafá nasce il 23 luglio del 1994 a Oliveira do Bairro da una famiglia originaria della Guinea-Bissau, sin dai primi tempi inizia a giocare a calcio e a rincorrere il pallone per le strade del proprio quartiere. La sua passione diventa quasi un’ossessione, Manafá non riesce proprio a starne senza e i suoi genitori lo appoggiano costantemente lasciandolo crescere senza alcun tipo di pressione. All’età di 14 anni, finalmente, il suo talento viene premiato e notato dall’Oliveira Bairro, club della sua città natale che gli permette sin da subito di plasmare le proprie doti, veramente tante: corsa, gamba, polmoni e un sinistro velenoso. Tutto ciò abbinato a un ottimo dribbling e a una spinta costante sulla fascia, per questo motivo Manafá non può che fare il terzino. Con il tempo il giovane e promettente esterno migliora anche in fase difensiva e garantisce la totale copertura della propria zona di campo. Le sue prestazioni non passano inosservate e nel 2012 lo Sporting Lisbona si fa avanti per acquistare il suo cartellino.

Per Manafá, a 18 anni, si tratta di un vero e proprio sogno, di un’opportunità troppo grande per poter rinunciare e coglie la palla al balzo entrando a far parte del prolifico vivaio dei Leões. Le doti del talentuoso classe 1994 migliorano a vista d’occhio e nel 2013 arriva la promozione nella formazione B con la quale disputa diversi incontri, anche dal primo minuto. Al termine della stagione, però, lo Sporting decide di non puntare più su di lui e Manafá si trasferisce al Beira-Mar, con pochi riscontri positivi, poi all’Anadia e al Varzim, club con cui dà la svolta alla propria carriera ritrovando la verde di un tempo. Nell’estate del 2016, infatti, la Portimonense prima chiede informazioni sul suo conto e poi lo acquista a titolo definitivo affidandogli letteralmente le chiavi della corsia sinistra laterale. Il progetto è biennale e l’obiettivo è centrare la promozione in Liga NOS. Il primo anno nulla, ma nell’ultima stagione il sodalizio lusitano con sede a Portimão centra la vittoria del campionato e approda in massima serie chiudendo al primo posto a quota 83 punti. Manafá si rivela uno dei migliori laterale di tutto il torneo e viene confermato in rosa. Quest’anno le sue performance migliorano ulteriormente: 15 presenze, 2 marcature personali e ben 5 assist per i compagni, è questo il suo interessante score che non può che attirare le attenzioni di altri club. Ieri, dopo una lunga corte, il Porto ha sbaragliato la concorrenza aggiudicandosi il 24enne terzino che, dopo tanta gavetta, è riuscito una volta per tutte a emergere. Ora Manafá è pronto a lottare per grani obiettivi con Dragões che, con il nuovo pendolo, intendono consolidare il primato in classifica e continuare a sorprendere anche in Europa.

Foto: Twitter Porto

Archivio: Altro