Altro
Oscar gol vs Barcellona Foto Leganes Twitter

DALLA CANTERA DEL REAL ALLA PRIMA GIOIA CON IL LEGANES: OSCAR, IL GIUSTIZIERE DEL BARÇA

Il Leganes compie un autentico colpaccio, un miracolo calcistico, una vera e propria impresa titanica piegando i marziani del Barcellona per 2-1 e scrivendo la storia. Ieri è stata una notte a dir poco speciale e magica per gli oltre 187 mila abitanti del piccolo comune spagnolo situato nella comunità autonoma di Madrid. Una notte che verrà ricordata per sempre e resterà indelebile nelle menti e nei cuori dei sostenitori biancoblu. Coutinho apre le marcature al 12′, ma nella ripresa si scatenano i padroni di casa: al 52′ El Zhar pareggia i conti e un minuto più tardi Oscar Rodriguez Arnaiz, semplicemente noto come Oscar, pone la propria firma archiviando definitivamente la pratica. Un gol affatto banale per il giovane scuola Real Madrid, alla sua prima esperienza in Liga fuori dalla Cantera dei Blancos e contestualmente alla sua prima gioia personale tra i grandi. Una favola assolutamente da raccontare. Oscar, come tutti i suoi compagni, ha avuto il coraggio e la forza di crederci anche quando l’esperto Piqué sembrava ormai in possesso della sfera: un rinvio mal calibrato, un tocco deciso sotto porta e l’Estadio Municipal de Butarque può esplodere di felicità. Messi e compagni escono sconfitti e a testa bassa, consapevoli del grande tonfo. Come al solito, il calcio ha regalato una serie di emozioni indescrivibili quanto inaspettate. Eppure la carriera di Oscar è soltanto in fase embrionale, ma finora appena tre presenze sono bastate per lasciare il segno. Il suo percorso, però, parte da lontano: Oscar nasce il 28 giugno del 1998 a Talavera de la Reina, piccolo paesino di 88.674 anime facente parte della comunità autonoma di Castiglia-La Mancia. Sin da piccolo inizia a rincorrere il pallone per le strade del proprio quartiere, molto spesso seminando il panico tra i suoi coetanei.

Oscar Real Madrid Foto Marca

Il suo talento è a dir poco sprecato in quel tipo di contesto e, dopo aver girovagato per numerosi campi di provincia, nell’estate del 2015 viene notato da alcuni osservatori del Real Madrid che decidono senza esitare di inserirlo all’interno del proprio prolifico vivaio. Da quel momento in poi Oscar inizierà a maturare, crescere e spiccare il volo gradualmente. Il duttile centrocampista, spesso impiegato come esterno offensivo, dimostra di possedere qualità fuori dal comune e, dettaglio non di poco conto, una spiccata personalità nonostante la giovane età. Dopo aver sfoderato importanti prestazione con l’Under 18, nel 2017 giunge la meritata promozione nella formazione Under 19 con la quale si ripete e risponde in maniera positiva alle aspettative. A fine stagione la dirigenza e i responsabili delle Merengues optano per il suo passaggio alla squadra B, il Real Madrid Castilla. In terza serie spagnola la sua stella brilla in maniera inequivocabile e il rendimento è sempre superiore alla sufficienza. Non a caso l’ex tecnico dei Blancos Zinedine Zidane gli concede prima l’opportunità di allenarsi qualche volta ai suoi ordini e successivamente di esordire anche in prima squadra durante un match di Copa del Rey contro il Fuenlabrada. Un’avventura certamente emozionante, ma in quei 75 minuti disputati al fianco di Gareth Bale, Borja Mayoral, Mateo Kovacic e Dani Ceballos il classe 1998 dimostra di poter dire assolutamente la sua. Segnale che tutti recepiscono e, inoltre, le 6 reti e i 5 assist totalizzati in 34 presenze collezionate nella regular season non fanno altro che aumentare le certezze nei suoi confronti. Quest’estate, infatti, il Real decide di svezzarlo e di mandarlo per la prima volta in prestito nella vicina Leganes. Il resto della storia l’abbiamo già ampiamente narrato: ieri Oscar ha scritto la storia piegando il Barcellona trovando il primo centro personale tra i grandi. Senza alcun dubbio per la gioia del Leganes, ma in fin dei conti anche dello stesso Real, ancora proprietario del suo cartellino. Oscar, d’ora in poi noto anche come il giustiziere del Barça.

Oscar esultanza gruppo vs Barcellona Leganes Twitter

Foto: Leganes Twitter

Archivio: Altro