News
Bandé

CLASSE E VELOCITÀ: HASSANE BANDÉ, NUMERI DA PREDESTINATO CON L’AJAX NEL FUTURO

L’Ajax, come noto, è uno dei vivai più floridi del calcio europeo. Ma il club olandese è sempre attento anche ai giovani talenti delle altre realtà del Vecchio Continente. E in merito a ciò, due giorni fa vi avevano anticipato come i Lancieri avessero sbaragliato la concorrenza per assicurarsi il cartellino di Hassane Baldé, talentuoso esterno offensivo classe 1998. La conferma diretta è arrivata nelle ore successive, con l’ufficialità da parte dell’Ajax: il promettente burkinabé ha firmato un contratto quinquennale, dal 1° luglio 2018 fino al 30 giugno 2023. Il Mechelen (o Malines), attuale club di appartenenza di Baldé, due settimane fa aveva fatto valere l’opzione per il prolungamento del contratto fino al 2021, una mossa per rafforzare la propria posizione contrattuale. Già, perché il futuro del 19enne attaccante esterno, già autore di 8 reti in campionato, sarebbe stato comunque lontano dal Belgio. L’Ajax, come vi avevamo raccontato, ha bruciato sul tempo tutte le pretendenti per il rampante Bandé, già nel giro della Nazionale del Burkina Faso: operazione da 8 milioni più eventuali bonus, il calciatore resterà fino a giugno al Mechelen per poi sbarcare a luglio all’ombra dell’Amsterdam Arena. Bandé era stato seguito anche da 2-3 club italiani di fascia alta, ma l’Ajax ha giocato di anticipo ed ha strappato il sì del ragazzo, che nelle scorse ore ha messo il classico nero su bianco.

Boureima Hassane Bandé nasce il 30 ottobre 1998 a Ouagadougou, capitale del Burkina Faso. Cresce calcisticamente nel Salitas FC, società della sua città natale, con la quale debutta nel 2014. Le sue qualità tecniche, nonostante la giovane età, non passano inosservate agli scout europei, sempre attenti alle realtà calcistiche africane. Nel luglio del 2017, dopo settimane di osservazione, il KV Mechelen decide di acquistarlo e portarlo in Belgio. E il talentoso Bandé conferma tutta la bontà dell’operazione del club belga: il 19 agosto scorso, il 19enne debutta in Jupiler Pro League, subentrando al 76′ al posto di Rherras nel match contro il Royal Anversa, quarta giornata di campionato; al nativo di Ouagadougou bastano appena undici minuti per timbrare il tabellino dei marcatori, siglando la rete dell’2-1 che però non basta per evitare la sconfitta. Due giornate dopo, il tecnico Yannick Ferrera gli concede altri 34 minuti nella gara contro l‘Oostende. Il risultato? Ancora una rete, stavolta decisiva per l’1-1 finale. Dopo una partenza da favola, Hassane continua a brillare anche nelle partite successive, piazzandosi in vetta alla classifica marcatori. Ben 8 le reti messe a segno nelle prime 17 giornate di campionato, anche se il giovane del Burkina Faso ne ha disputate appena 13, per un totale di 873 minuti. Una media spaventosa di un gol ogni 109 giri di lancette, praticamente uno a partita. Inevitabile che le big europee iniziassero a mettergli gli occhi addosso. Tra queste l’Ajax, che non ha perso tempo e si è assicurata le prestazioni future di Bandé, bruciando la folta concorrenza. “Ovviamente sono molto soddisfatto del trasferimento che farò a luglio, perché per me sarà un passo avanti – ha dichiarato il giovane subito dopo la firma con i Lancieri -. Ma prima ho una missione da portare a termine con il Mechelen: voglio concludere questa stagione con successo”. Soddisfatto anche Marc Overmars, dirigente dell’Ajax: “Abbiamo seguito Bandé per diverso tempo e non siamo stati l’unico club a farlo. Dovevamo agire in fretta, ma siamo sicuri di esserci portati a casa un grande talento”.

Hassane Bandé è il classico jolly offensivo che può essere utilizzato in tutte le posizioni del reparto avanzato. Il suo ruolo naturale è comunque quello di ala sinistra, che gli permette di accentrarsi e sfruttare al massimo il suo piede destro (nonostante abbia un’ottima confidenza anche con il mancino). Dotato di una velocità supersonica e di una grandissima tecnica individuale, Bandé riesce a saltare gli avversari con una facilità disarmante. Quasi imprendibile nell’uno contro uno, diventa una minaccia per i portieri avversari se gli viene concesso di attaccare la profondità e sfruttare tutta la sua rapidità e potenza. Abile anche nel gioco aereo, Hassane ha un fiuto del gol degno dei migliori centravanti, come confermano le 9 reti stagionali siglate finora con la maglia del Mechelen. Giocate di alta scuola, caratteristiche e numeri da predestinato: Hassane Bandé è pronto a conquistare l’Europa, con l‘Ajax nel futuro.

 

Foto: Twitter ufficiale Ajax

Commenti

Archivio: News