Ultimo aggiornamento: mercoledi' 11 dicembre 2019 11:54

Il retroscena: ora Simone Inzaghi non può sbagliare. In arrivo tre partite chiave

24.10.2019 | 23:59

Possiamo anche parlare di sfortuna. La Lazio ha perso a Glasgow dopo essere andata in vantaggio con un gran gol di Lazzari e dopo aver sfiorato il raddoppio (palo di Correa) ha subito pareggio e sorpasso scozzese. Gravi disattenzioni difensive, di reparto e dei singoli, sia in occasione del pareggio che sul raddoppio Celtic nel finale. Ora la situazione si complica nel gruppo di Europa League, la Lazio non può più permettersi di sbagliare, pena l’eliminazione già nella fase a gironi. Esattamente come non può sbagliare Simone Inzaghi chiamato a dare continuità a una squadra troppo ondivaga per essere vera. Le prossime tre partite, domenica sera a Firenze, mercoledì contro il Torino e domenica 3 novembre in casa del Milan, saranno molto delicate. Anche per Inzaghi. Lotito non può essere soddisfatto, la scorsa estate avrebbe preso Gattuso se poi non avesse trovato un accordo con Inzaghi. E Ringhio resta sempre un’ombra: ora Inzaghi deve darsi una mossa, dipende da lui e da una Lazio che, nella continuità, sia vera Lazio.

Foto: Lazio Twitter