Ultimo aggiornamento: giovedi' 15 aprile 2021 18:01

Frosinone, l’incompiuta di Stirpe. E un mese perso con Nesta

22.03.2021 | 23:30

Maurizio Stirpe è un grande imprenditore, nessuno discute, ma il suo Frosinone sta diventando un’incompiuta. E le contraddizioni dell’ultimo periodo ne sono una conferma. Chi ci ha seguito, può testimoniare che da circa un mese stavamo insistendo su un destino segnato, quello di Alessandro Nesta, per molti intoccabile.
A quel punto non hai una terza strada: o lo esoneri subito oppure – se lo fai un mese dopo o giù di lì – hai perso tempo. All’interno di un equivoco che ha condizionato il mercato tra un 3-5-2 insipido e inconcludente e il famoso 4-3-3 che avrebbe avuto motivo di esistere. L’incompiuta è questa: puoi sbagliare una stagione ma con le idee chiare e senza improvvisazione. Nesta è stata una scelta con zero ritorni, pochi riscontri tecnici e scarsi riferimenti tattici. Il Frosinone senza idee, senza un perché, nulla. Stirpe non avrebbe voluto cambiare, poi ha intuito che sarebbe stato giusto guardarsi le spalle piuttosto che fare voli pindarici. E ha scelto Fabio Grosso, guardacaso l’allenatore che aveva contattato prima di chiudere l’accordo con Nesta. L’incompiuta resta, all’interno di una stagione con troppe nubi.
Foto: Twitter Frosinone