Ultimo aggiornamento: domenica 31 maggio 2020 00:20

Cosmi, serve la svolta: non può essere sempre e solo colpa degli altri

21.02.2020 | 23:55

Serse Cosmi non sta facendo bene a Perugia. Anzi. Dal suo arrivo le cose sono peggiorate e lui (reduce da una retrocessione a Venezia) ha scaricato le colpe sulla squadra. Anche a Venezia accadde la stessa cosa, come se in panchina fosse andato Tacopina e non lui, come se non fosse stato il principale responsabile delle vicende tecniche. Cosmi ha tutta la piazza a favore ma forse non molto rispetto per i suoi colleghi (“se le cose continuassero così, sarebbe stato meglio non cambiare allenatore”). Il riferimento a Massimo Oddo avrebbe potuto risparmiarselo, non fosse altro perché tra le altre cose è stato un suo ex calciatore e dovrebbe ricordare il gesto di profonda umanità dopo un Trapani-Pescara finale playoff quando Oddo si preoccupò più di consolarlo che di festeggiare dopo averlo battuto. Cosmi ha gran parte della tifoseria dalla sua parte, con queste dichiarazioni ha scaricato le responsabilità nei riguardi dei calciatori e chissà cosa ne pensano loro. Chissà cosa ne pensa il presidente Santopadre che, bypassando la decisione di Goretti sul punto di scegliere Colantuono, è andato su Cosmi dopo le incertezze di altre situazioni simili in cui aveva sempre scartato la semplice ipotesi. Ora Perugia-Empoli di lunedì è già una sfida molto delicata. Le chiacchiere di Cosmi devono lasciare spazio all’unica cosa che conta: i risultati.

Foto: Twitter ufficiale Perugia