Lo sai che

Alfredo Pedullà

© www.imagephotoagency.it
20/09/14, 00.20 Inzaghi contro Allegri e le mille facce di Milan-Juve
Partitissima. Già perché Milan-Juve di stasera non può sfuggire a simile etichetta. Una classicissima da sempre, una sfida che si arricchisce di nuovi ingredienti. Innanzitutto il fatto che entrambe siano a punteggio pieno: una situazione prevedibile per la Juve, che ha rafforzato un organico già competitivo, un po' meno per il Milan. E qui bisogna chiamare in causa Pippo Inzaghi che, dopo un pre-campionato difficile, ha trasmesso entusiasmo e convinzione al gruppo rossonero. Rivitalizzando Honda, puntando sulla classe di Menez, adottando una formula offensiva nel rispetto della grande tradizione di super Pippo quando era protagonista in campo. E poi... E poi Inzaghi contro Allegri è la partita nella partita: non si sono mai sopportati, anzi possiamo benissimo dire che si sono odiati e che ora hanno ripristinato una forma normale tra colleghi, impossibile vivere sempre di rancori. Una sfida così vale, da sola, l'interesse che si accenderà nelle prossime ore. Ma Milan-Juve contiene altre mille facce: Tevez che poteva essere rossonero se ci fosse stato il via libera per la cessione di Pato; Abbiati (titolare al posto dell'infortunato Diego Lopez) che juventino lo è stato e che sarebbe potuto diventarlo nuovamente poche settimane fa, ma Galliani disse no; Abate che alla Juve è sempre piaciuto approfittando del contratto in scadenza tra un anno, ma che con Inzaghi si è completamente rilanciato; lo stesso Menez, che alla Juve era stato proposto. Potremmo continuare, ma forse è meglio che rotoli il pallone, stasera a San Siro. Foto: panorama.it
pedullà  in tv o radio
Prossima trasmissione
HH MM SS
programma canale giorno/ora
Calcio e Mercato dal lun. al ven. Sportitalia canale 153 digitale terrestre 23.00
Ne parliamo il lunedì Canale 8 Napoli - Lunedì 20.30
Rimani aggiornato al
network di Alfredo Pedullà

Esclusiva: Palmer Brown-Juve, previsti stage in Italia

27-01-2014, 00.25  -  Leggi gli articoli correlati
© foto.tanopress.it
L'accordo per il difensore Erik Palmer-Brown alla Juve prevede il parcheggio del giovane, classe 1997, al Kansas City fino al raggiungimento dei diciotto anni. Alla Juve fa comodo che il ragazzo, considerato molto promettente e già nel giro dell'Under 20, maturi le esperienze necessarie prima dello sbarco in Italia. Una soluzione che sta bene anche al club di appartenenza. Nell'accordo, che sarà siglato dopo la sessione di mercato di gennaio, è previsto anche che Palmer-Brown arrivi in Italia per qualche stage in modo da favorire l'ambientamento in vista del suo arrivo definitivo. Una soluzione studiata nei dettagli e che accontenta tutti.

Commenti

Seguimi
Premi

Oscar dei giovani

San Silvestro d'oro

Beppe Viola

Elvio Guida

Penna d'Argento

Copyright
Copyright 2012 © - Alfredo Pedullà
P.IVA 06381950960
Hosting by TC & C