Ultimo aggiornamento: sabato 06 giugno 2020 15:20

Ziyech, un diamante per il Chelsea: da pupillo di Van Basten alla top-10 degli acquisti dell’era Abramovich

14.02.2020 | 23:48

Hakim Ziyech è l’ennesimo talento sfornato dall’Ajax e ceduto ai top club europei. D’altronde, la filosofia del club olandese è ormai nota da tempo: il vivaio produce campioni in erba che, dopo essere lanciati e maturati in prima squadra, lasciano Amsterdam per cifre stellari. E Ziyech è solo l’ultimo esempio: il fantasista marocchino classe  è stato ufficializzato ieri dal Chelsea e si unirà ai Blues dalla prossima stagione. Un colpo importante per il club inglese, l’ennesimo dell’era Abramovich: Ziyech si inserisce all’ottavo posto dei giocatori più costosi della storia dei Blues con i suoi 44 milioni (40 più 4 di bonus). Al primo posto resta ben saldo il portiere Kepa, prelevato dall’Athletic per ben 80 milioni, chiudono il podio Morata (66) e Pulisic (64). Davanti a Ziyech si piazzano anche Torres, Jorginho, Kovacic e Shevchenko.

Una curiosità: Ziyech deve tantissimo a Marco Van Basten. Fu proprio il Cigno di Utrecht nella stagione 2013-14 a lanciarlo titolare nell’Heerenveen, la compagine nel cui vivaio Hakim, nato a Dronten il 19 marzo del 1993, si è formato. Fu sempre Van Basten ad avanzarne il raggio d’azione, spostandolo sulla trequarti, libero di inventare calcio tra le linee specie partendo dalla destra per poi rientrare sul suo sinistro. Venendo ripagato alla grandissima: 11 gol e 10 assist, numeri che gli consentirono, dopo aver iniziato l’anno seguente sempre nella Frisia (2 presenze, 2 gol), di approdare al Twente, indossando la cui casacca nell’arco di due anni e 360 minuti della stagione in corso ha siglato ben 34 reti e 30 assist in 76 partite. Un rendimento semplicemente mostruoso, l’Ajax proprio non poteva farsi sfuggire questo sgusciante talento. Leve leggerissime che gli permettono di fare la differenza nell’uno contro uno, per poi accendere la luce negli ultimi 30 metri. Ziyech legge il gioco in anticipo, nello stretto risulta immarcabile grazie all’efficacissimo dribbling del quale è munito e inoltre, particolare non irrilevante, con il suo mancino vellutato disegna parabole spesso letali su punizione. Il resto lo fa la naturale propensione a puntare la porta, figlia dell’innato senso dell’inserimento negli spazi, e ad assistere i compagni in sede di ultimo passaggio. E dopo aver brillato con la gloriosa maglia dell’Ajax, nel futuro di Ziyech ci saranno il Chelsea e la Premier League.

da pupillo di Van Basten alla top 10 degli acquisti dell’era Abramovich

Foto: sito ufficiale Chelsea