Ultimo aggiornamento: lunedi' 01 marzo 2021 00:22

Zidane: “Cardiff? Non c’entra niente, stavolta si gioca sui 180’. Real e Juve hanno lo stesso dna, su Isco…”

02.04.2018 | 19:00

Zidane

L’allenatore del Real Madrid, Zinedine Zidane, ha parlato così in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Juventus, valido per l’andata dei quarti di finale di Champions League: “Sono certo che faremo una grande partita. Questa gara non ha nulla a che vedere con quella di dieci mesi fa a Cardiff, sui 180 minuti è sempre diverso. Il passato è passato, non c’entra  niente. Dubbi sul modulo? A me piacciono tutti quelli che abbiamo utilizzato, 4-3-3, 4-3-1-2, qualche variante, mi piace cambiare e giocare in modo diverso. Non ho un modulo preferito. Isco fenomenale in Nazionale e insoddisfatto al Real? Spero non pensi di essere una riserva, qui non ci sono riserve e titolari. Io ho 25 giocatori validi e li userò tutti. In alcuni momenti giocheranno alcuni, altre volte toccherà ad altri. In Nazionale è diverso, con la Spagna può fare 6-7 partite all’anno, noi ne abbiamo molte di più. Questo è il mio modo di allenare e continuerò su questa strada, la cosa importante è che il gruppo sia unito e che si lotti tutti insieme. Il mio passato alla Juve? Nei 5 anni qua ho imparato tantissimo, sia come uomo che come calciatore. Mi hanno accolto come si fa in una famiglia, ho un bel ricordo di questa tappa ma ora sono dall’altra parte e penserò solo alla partita. Cosa temo della Juve? È sempre stata forte e quello che sta facendo anche quest’anno lo dimostra. La Juve è completa, noi dovremo stare attenti a tutto ciò che faranno, dietro, in mezzo e davanti. In cosa è cambiato il Real rispetto a Cardiff? I giocatori sono più o meno quelli, ma la nostra stagione non è stata buona come volevamo. Ora abbiamo recuperato tutti, avrò il mal di testa al momento di scegliere la formazione. Se mi immagino in futuro sulla panchina della Juve? Mai dire mai. Qui sono felice e mi dedico al Real Madrid, non voglio pensare così tanto al futuro. Vivo la vita giorno per giorno, questa è una professione complicata, soprattutto al Real Madrid. Analogie tra queste due squadre vincenti? Ho vissuto entrambe le realtà e penso che il dna sia lo stesso. Il fatto di lottare e voler vincere sempre, questi sono temi comuni alle due squadre. Le critiche al gioco della Juventus? Io credo che stia giocando bene, ne ho viste di partite con bel gioco. So cosa si dice del campionato italiano, ma ognuno può avere la propria idea. Come finisce domani? E’ complicato dirlo, la nostra idea è sempre quella di vincere, ovunque e contro chiunque, pensando a modificare ciò che di non positivo abbiamo fatto in passato”.

Foto: sito ufficiale Real