Ultimo aggiornamento: sabato 23 ottobre 2021 09:43

YEREMI PINO, L’ORO DELLA ROJA

07.10.2021 | 13:30

La Spagna si gode la nuova gioventù, le scelte (che magari non erano piaciute) di Luis Enrique sin sono rivelate vincenti. Insieme a Gavi, che ha esordito dall’inizio contro l’Italia, al 4′ del secondo tempo (al posto del match winner Ferran Torres) è entrato a San Siro un altro talento della Roja, Yeremi Pino Santos. Classe 2002, a giugno ha compiuto 19 anni.

Pino rappresenta il futuro di una Nazionale capace di rinnovarsi ad ogni generazione. Yeremy Pino è un attaccante esterno, molto rapido, abile a saltare l’uomo. Di piede destro, può giocare sia sulla corsia del piede naturale che quella sinistra e perchè no, anche come falso nueve. Nato Las Palmas, nelle isole Canarie, il suo talento è venuto subito fuori.

E’ stato uno delle sorprese dei convocati di Lucho per questa Nations League. Sorpresa per tanti, ma non per chi ne conosceva le qualità, nonostante la giovanissima età. Pino è cresciuto nelle giovanili del club della sua città, nel Las Palmas, dove ha militato fino al 2016. Poi il passaggio a La Roda e nel 2019, il Villarreal decide di acquistarlo inserendolo nella sua squadra giovanile.

Nel 2020, in Europa League, esordisce tra i professionisti e nell’ottobre dello stesso anno, nella fase a gironi della manifestazione europea, segna il suo primo gol con il Villarreal nella vittoria con il Qarabag. Il tecnico Unai Emery stravede per lui e lo inserisce gradualmente in prima squadra, dove riesce a mettere a referto ben 37 presenze e 7 gol nell’ultima stagione con i sottomarini gialli, vincendo anche l’Europa League, nella finale con il Manchester United ai rigori, dove però uscì a 10 minuti dalla fine.

Nel giugno scorso, prima degli Europei, Luis Enrique lo aveva convocato nello stage, dove si potè allenare. In vista poi della manifestazione continentale, fu tagliato dal tecnico catalano e la Federazione spagnola lo richiese per gli Europei Under 21, che però videro gli spagnoli arrendersi al Portogallo in semifinale. Luis Enrique ora però punta su di lui e gli ha regalato spazio in Nations League, contro i campioni d’Europa dell’Italia in un tempio del calcio come San Siro. Esordio, vittoria contro una Nazionale che non perdeva da 37 partite e occhi puntati addosso (insieme a Gavi e altri giovani).

Spazio che Pino si è preso tutto, dimostrando le sue qualità e candidandosi tra i titolari in vista della finale di domenica.

Su di lui, già la scorsa estate, si era parlato di grandi club interessati. Dalla Spagna, si legge, come le solite Real Madrid e Barcellona abbiano gli occhi sul gioiellino, in vista magari della sessione estiva di mercato dell’anno prossimo. Ma il suo prezzo, in caso di una nuova stagione superlativa come la scorsa, sarà certamente alle stelle.

E intanto Luis Enrique si gode il frutto delle sue scelte, andando contro tutti, contro la critica, dimostrando che ha avuto ancora ragione e che la Spagna, anche grazie al talento di Yeremy Pino, ha un grande futuro assicurato.

Foto: Twitter Seleccion Espana