News
ancbbae

CLASSE, QUALITÀ E FIUTO DEL GOL: JAN MLAKAR, IL TALENTO VIOLA E’ PRONTO PER LA B

L’Europa dell’Est è da sempre una fucina di grandi talenti. Negli ultimi anni, tantissimi club si stanno accaparrando le migliori giovani promesse del calcio europeo native dei paesi balcanici, e la Fiorentina non è certo da meno. La società gigliata, nell’inverno del 2015, ha deciso di investire sul talento di Jan Mlakar, giovane bomber classe 1998, allora miglior cannoniere della fase di qualificazione dell’europeo Under 17 in Bulgaria. Classe cristallina, abbinata ad un fisico imponente e un fiuto del gol micidiale. Caratteristiche che lo hanno portato nel giro di pochi mesi a consacrarsi tra i migliori prospetti del florido vivaio viola. Ora, per Mlakar, c’è la concreta possibilità di fare un’importante esperienza in Serie B: sulle sue tracce – come vi abbiamo raccontato ieri – c’era il Palermo. Ma nella tarda mattinata è tornato in pole il Venezia, primo club a muoversi per il ragazzo sloveno.

Jan Mlakar è nato il 23 gennaio 1998, in Slovenia. Nel 2009 è entrato a far parte del settore giovanile del Domžale, uno dei più antichi del Paese est-europeo. Piccolo retroscena: tre anni più tardi ha sostenuto un provino con la Roma, che però non si è concretizzato in un trasferimento definitivo. Nella stagione 2012/13 è stato vice capocannoniere del campionato Under 15 con 32 reti, poi l’annata successiva è passato tra le fila dell’Under 17, chiudendo il campionato 16 gol in 18 presenze. Da sempre nel giro delle nazionali giovanili slovene, Mlakar è attualmente un elemento importante dell’Under 19, ed è ritenuto in patria uno dei talenti più promettenti dell’intero panorama calcistico balcanico. La Fiorentina, dopo averlo osservato attentamente, ha deciso di investire su di lui, battendo la concorrenza di numerosi top club del calibro di Inter e Manchester City. Nell’estate del 2014 ha sostenuto la preparazione atletica agli ordini di mister Guidi con la Primavera gigliata e, una volta ultimate le questioni burocratiche, dal gennaio successivo è entrato definitivamente a far parte della società viola per una cifra vicina a un milione di euro. Un investimento importante per la Fiorentina, soprattutto se si considera la giovanissima età del ragazzo. Jan Mlakar può essere considerato a tutti gli effetti il prototipo del centravanti moderno, che ama svariare su tutto il fronte offensivo, senza mai dare troppi punti di riferimento agli avversari. Attaccante di movimento che fa dello spiccato senso del gol e della rapidità d’esecuzione i suoi principali punti di forza, lo sloveno negli ultimi sedici metri è letale, basti considerare i numeri: in 59 presenze con la maglia della Primavera viola ha siglato ben 34 reti. Mlakar, oltre una notevole freddezza sotto porta, è dotato di una discreta velocità di base e di un’ottima tecnica. In possesso di una buona capacità nella conduzione della palla, l’attaccante classe ’98 riesce a superare i suoi marcatori con dribbling negli spazi larghi, mentre invece, va un po’ più in difficoltà nello stretto, a causa di una struttura corporea che andrebbe rafforzata con qualche muscolo in più. Abile anche nel gioco aereo nonostante un’altezza non troppo elevata (183 centimetri), Mlakar sa calciare abilmente con entrambi i piedi, caratteristica che lo rende difficilmente marcabile per le difese avversarie.

Dopo la positiva esperienza con la Primavera della Fiorentina e l’esordio in Serie A a Palermo il 30 aprile scorso, ora per Mlakar potrebbero presto aprirsi le porte della Serie B, per quella che sarebbe la sua prima avventura tra i grandi. Per Jan, dunque, il prossimo potrebbe essere l’anno della svolta, della definitiva consacrazione. Classe, qualità e fiuto del gol: le premesse per una carriera da futuro top player ci sono tutte.

 

Foto: fiorentina.it

Commenti

Archivio: News