Ultimo aggiornamento: mercoledi' 16 giugno 2021 15:31

WIRTZ, LA NUOVA GIOVENTU’ DELLA GERMANIA

04.06.2021 | 12:45

Florian Wirtz, quando la velocità è nel sangue. Il protagonista della finale dell’Europeo Under 21 (la terza di fila), conquistata dalla Germania, è un volto noto, in quanto a record di precocità. Florian Wirtz, classe 2003, con la doppietta all’Olanda, ha spinto i teutonici alla finale continentale, scrivendo un altro record, uno dei tanti già messi a referto dal centrocampista.

Con la doppietta in 8 minuti, tra cui il primo gol dopo neanche 30″, è il più veloce giocatore a segnare una doppietta in una fase finale dei campionati europei. Inoltre, la sua rete del vantaggio dopo 29 secondi, è la più veloce di sempre nella fase finale degli Europei di categoria, superando quella di Rozenhal, nel 2002, contro l’Italia. Ma Florian Wirtz ci ha già abituato ai record nonostante i suoi 19 anni.

Con la rete messa a segno il 6 giugno 2020, con la maglia del Bayer Leverkusen contro il Bayern Monaco il goal del 2-4, Wirtz è entrato nella storia della Bundesliga. Un goal insignificante in termini di risultati, ma storico in termini statistici. Oltre che bellissimo: un destro all’incrocio che lo ha reso il marcatore più giovane nella storia della Bundesliga a 17 anni e 34 giorni. record poi battuto da Moukoko del Borussia Dortmund, lo scorso 18 dicembre, avendo 16 anni e 28 giorni.

Inoltre, al momento dell’esordio, era l’unico giocatore nato nel 2003 o dopo ad aver giocato una partita di uno dei cinque maggiori campionati europei insieme a Harvey Elliott del Liverpool e Rayan Cherki del Lione.

Il Bayer Leverkusen, nel gennaio 2020, decise di acquistare Wirtz sfidando le ire del Colonia e del Borussia Moenchengladbach dopo che i tre club nel 2001 avevano stretto un patto che li impegnava a non contattare i rispettivi giovani.

Wirtz era al Colonia da quando aveva sei anni dopo aver iniziato la sua formazione nel Grün-Weiss Brauweiler. Ha vinto il titolo Under 17 nel 2019 battendo in finale il Borussia Dortmund, anche se aveva subito la rottura del legamento crociato.

Con il Bayer Leverkusen, oltre ai record già citati, nella stagione appena conclusa, ha chiuso con numeri straordinari, giocando 29 partite, segnando 5 gol e fornendo 6 assist. Ha un valore di mercato che si aggira già sui 50 milioni di euro.

Wirtz ha anche fatto tutta la trafila con le nazionali giovanili tedesche, dall’Under 15, fino all’Under 21, dove ora sogna di vincere il titolo europeo.

Wirtz è  un centrocampista offensivo che predilige giocare in posizione centrale, dove grazie alla sua buona visione di gioco può dare verticalità. Bravo negli inserimenti in attacco, è un giocatore dinamico e dotato di una buona accelerazione palla al piede. Viene paragonato a Kai Havertz, che ha deciso la finale di Champions con il Chelsea, passato proprio per il Leverkusen.

La più grande forza di Wirtz è la sua visione di gioco, una qualità che gli consente di creare numerose occasioni per i suoi compagni di squadra e generare un flusso costante di assist. Un’altra sua caratteristica importante è il dribbling: finora in Bundesliga ha mostrato una percentuale di dribbling riusciti intorno al 70%.

Un giocatore fantastico, completo, che certamente avrà una carriera brillante, con gli occhi delle big europee tutti su di lui. E la Germania si gode il suo ringiovanimento, si gode la nuova generazione, che certamente farà ancora bene, anche dopo l’addio di Low.

 

Foto: Twitter Uefa Under 21