Ultimo aggiornamento: martedi' 25 giugno 2019 18:00

I VOTI AL MERCATO DI A: FIORENTINA SHOW

01.02.2019 | 23:55

ATALANTA 6

Doveva fare poco, ha provveduto a qualche investimento per il futuro. Organico già di qualità.

BOLOGNA 5,5

Troppo lento nelle operazioni, una città così appassionata e un patron così ambizioso meriterebbero di più.

CAGLIARI 5,5

Giulini ha perso troppo tempo nella vicenda Nandez, se Despodov si dimostrerà all’altezza avrà avuto ragione lui. Thereau in extremis permette di avvicinarsi alla sufficienza.

CHIEVO 5

Troppa confusione, anche nella gestione dei gioielli che alla fine sono rimasti quasi tutti dopo profonde e contraddittorie valutazioni.

EMPOLI 6

Pecini ha preso due pali in faccia con Zulj e Kownacki, ha rimediato con Farias e Oberlin, la sufficienza (piena) va soprattutto a Corsi.

FIORENTINA 7,5

Regina del mercato. Basterebbe Muriel, ha aggiunto investimenti per il futuro (Traorè , Zurkowski e Rasmussen). E ne ha ceduti otto, strategia da applausi.

FROSINONE 5,5

Aveva bucato il mercato estivo, ha fatto più o meno la stessa cosa ora. Sarebbe servito un terzino sinistro e/o un altro centrocampista.

GENOA 6,5

Preziosi è felice quando vende e lo fa alle condizioni sue, vantaggiosissime. Bene Lerager, molto bene Sanabria.

INTER 6

Normale amministrazione, il voto non comprende le operazioni chiuse per il futuro che verranno giudicate (positivamente) quando sarà.

JUVENTUS 6

Il giudizio ovviamente esclude l’operazione Ramsey. Con tutto il rispetto, avremmo preso un difensore più pronto di Caceres.

LAZIO 5,5

La solita strategia di gennaio. Nulla o quasi. Meglio: Romulo e basta.

MILAN 6,5

Tendente al “7” per aver chiuso due colpi importanti, sia Paquetà che Piatek possono dare l’impronta giusta per il salto di qualità. Sarebbe servito un altro centrocampista e/o un esterno offensivo.

NAPOLI 6

Ha resistito per Allan, si sapeva da tempo che non avrebbe chiuso operazioni in entrata per la sessione invernale.

PARMA 6,5

Curiosità per Schiappacasse, l’affare Brazao definito in tempo con la benedizione dell’Inter. Resistenza per Bruno Alves.

ROMA 5

Calma piattissima, delusione.

SAMPDORIA 6,5

Gabbiadini che torna non è una minestra riscaldata.

SASSUOLO 6

Avremmo preso un altro attaccante e mandato a giocare Scamacca.

SPAL 6

Società sempre attenta, direttore (Vagnati) un po’ contraddittorio e fumoso. Cercava un attaccante, non l’ha preso.

TORINO 6

Investimenti per il futuro, era scritto da settimane. Avrebbe ingaggiato Jesé soltanto se fosse partito Berenguer alle condizioni giuste.

UDINESE 5,5

Stranieri, quasi sempre stranieri, a parte qualche eccezione. La filosofia estiva non aveva pagato, ora palla a Nicola.