Ultimo aggiornamento: sabato 28 november 2020 00:28

Ventura: “Pellè ha mancato di rispetto a me, al gruppo e alla maglia azzurra. Su Verratti…”

08.10.2016 | 20:23

Queste le dichiarazioni rese dal ct azzurro Giampiero Ventura, nella rituale conferenza della vigilia in vista di Macedonia-Italia: “L’esclusione di Pellè? Credo sia stata una mancanza di rispetto non solo nei miei confronti, ma di tutto il gruppo e della maglia azzurra. E’ un gesto che ha annacquato l’immagine che questo gruppo s’è costruito nel tempo e che gli ha permesso di disputare un Europeo importante. Tutto questo non era accettabile. Sacchi ha giudicato imbarazzante lo spettacolo da noi offerto per 70 minuti con la Spagna? Tornassi indietro, cambierei un po’ di cose e sono stato il primo a dirlo dopo la partita. C’è un fondo di verità nelle sue parole, ma è anche vero che Buffon è stato impegnato per una-due volte e che l’arbitro non ha visto due rossi. Verratti domani in campo? Se non accade nulla stanotte sì. Marco è un capitale importante per la Nazionale, se non ha giocato è perché ci sono dei problemi e c’era la necessità di gestirlo. Sono comunque molto soddisfatto della prestazione di De Rossi. I due sono in antitesi per ragioni tecniche ma mai dire mai. Se domani faremo turnover? Cambieremo qualcosa. Quella di domani sarà una sfida ostica. La Macedonia ha perso due partite, è vero, ma ha anche avuto sfortuna. Sarà una gara importante e determinante. Non vi dico se marcheremo a uomo o a zona. L’obiettivo è crescere partita dopo partita sotto tutti gli aspetti, non solo dal punto di vista del coraggio. I giovani? Ce ne sono tantissimi, ma è un progetto a medio-lungo termine e che non può essere realizzato in tre giorni. Si dice sempre che vanno lanciati, ma appena vengano schierati si dice che è un rischio”.

Foto: vivoazzurro.it