Ultimo aggiornamento: sabato 22 febbraio 2020 00:23

Vagnati: “Faremo un mercato per salvarci, per Bonifazi e Iago Falque ci stiamo provando. Petagna resta, lotterà con noi”

16.01.2020 | 14:30

Il direttore sportivo della Spal, Davide Vagnati ha fatto il punto della situazione sul mercato dei ferraresi a margine della conferenza stampa di presentazione di Bryan Dabo: “La SPAL vuole fare il massimo per salvarsi. Non è la partenza di Paloschi che può determinare questo. È evidente che nell’ultimo periodo Alberto sia stato titolare più di una volta. Speravamo tutti che i risultati, sia della squadra che suoi personali, fossero diversi. Ma in questo momento, soprattutto per un giocatore che non giocava da tanto, non è semplice. Posso dire che non ha mai sbagliato né in allenamento né negli atteggiamenti. Questi calciatori vanno soltanto ringraziati. Ma in questo momento non c’è nessuna trattativa in piedi“.

Bonifazi e Iago Falque 

“Sono uscite delle notizie che hanno dato per scontato tutto e invece non c’è niente di scontato. A me non piace molto parlare in fase di trattativa, stiamo provando a fare questa operazione, che sarebbe molto importante per noi, però adesso è prematuro dire se si farà o meno. Mi dispiace che sia uscita questa cosa, ormai è evidente che ci stiamo provando. Vorrei avere a disposizione il prima possibile qualsiasi tipo di giocatore. Però non so se si farà e quindi non posso dirvi molto di più”.

Sala

“Sì, ci sono un paio di situazioni. Jacopo si sta allenando, è evidente che sia in scadenza di contratto, anche se il suo accordo è diverso da quello che ho letto in giro: non ha un contratto così alto da non essere appetibile per squadre di B. Lui vuole andare via e stiamo cercando di fare il possibile. E poi c’è il discorso di Salamon: anche lì ci sono delle questioni aperte”.

Petagna

“Vogliamo cercare di salvarci. Andrea è importante per noi, vogliamo che rimanga. E lo stesso vale per lui: è un ragazzo che stimo, è molto sensibile e ci tiene molto. Vogliamo mantenere questa categoria tutti insieme”.

Defrel e Sanabria

“Sono nomi sicuramente spendibili. Non me la sento di dire che ne arrivi uno, due o nessuno. È evidente che vogliamo cercare di salvarci, quindi faremo il possibile. Ripeto, nel rispetto delle nostre possibilità economiche, vogliamo portare a Ferrara giocatori che ci possano dare una mano”.