Ultimo aggiornamento: venerdi' 29 maggio 2020 13:00

Totti rivela: “Nel 2004 fui molto vicino al Real Madrid, ma ho fatto una scelta di cuore”

18.05.2020 | 16:00

Intervistato dalla rivista spagnola Libero, l’ex-capitano della Roma, Francesco Totti, ha raccontato di essere stato molto vicino al trasferimento al Real Madrid, facendo saltare la trattativa di propria iniziativa: Il mio passaggio al Real era ormai cosa fatta all’80%. Con la Roma in quel momento c’erano un po’ di attriti, anche se poi Franco Sensi mi voleva bene realmente. Il Real mi avrebbe dato qualsiasi cosa per trasferirmi. Qualsiasi. Tranne la fascia di capitano che era di Raul, il giocatore che doveva guadagnare più di tutti. Era il simbolo. Qualunque giocatore andasse al Real Madrid, doveva guadagnare meno di lui. Nel 2004 mi scadeva il contratto con la Roma e ci sono stati alcuni problemi con il presidente per altri motivi, non miei personali. E il Real Madrid era disposto a offrirmi qualsiasi cifra per andare lì. Ci ho pensato a lungo. Ilary mi spingeva verso Madrid, mi diceva che avrebbe lasciato tutto e mi avrebbe seguito. Alla fine è stata una scelta di cuore, verso i tifosi, gli amici e la famiglia. Volevo fare qualcosa di diverso rispetto a tutti gli altri giocatori che si trasferivano nei grandi club: volevo rimanere per sempre nella stessa squadra.”

 

 

Foto: profilo Twitter personale Francesco Totti