Ultimo aggiornamento: martedi' 04 ottobre 2022 00:30

TONALI 2027, CUORE E FUTURO ROSSONERI

10.09.2022 | 15:05

Ufficiale il rinnovo di contratto di Sandro Tonali, blindato dal Milan fino al 2027. Prolungamento di un solo anno (l’attuale scadeva il 30 giugno 2026), ma ingaggio più che raddoppiato: passerà dagli attuali 1,2 milioni a stagione, per arrivare a sfiorare i 3 milioni bonus inclusi.

Tonali è arrivato al Milan dal Brescia nell’estate 2020 e dopo un primo anno di assestamento è letteralmente esploso sotto la guida di Stefano Pioli parmigiano, diventando praticamente insostituibile con ben 45 presenze tra tutte le competizioni nel 2021/22 e trovando anche un certo feeling con il gol, con cinque reti all’attivo, tutte in Serie A.

Classe 2000, alto 181 cm: Sandro Tonali è un centrocampista completo, che di base gioca come mediano ma che può essere impiegato anche in altre zone del campo, sempre al centro o come mezzala. Tra le sue caratteristiche tecniche migliori ci sono, ad esempio, l’intensità e la resistenza, unite ad una grande precisione nei lanci lunghi e a un’ottima visione di gioco. A Tonali piace parecchio ricevere il pallone per poi scaricarlo con sapienza ai compagni, oppure per partire con la sfera tra i piedi all’assalto dell’area avversaria. Inoltre, Tonali, nonostante la sua giovane età sembra già molto esperto: in campo dimostra un’intelligenza matura, che gli permette di districarsi in situazioni difficili e di prendere spesso e volentieri la decisione giusta. È stato spesso paragonato dagli addetti ai lavori ad Andrea Pirlo e a Demetrio Albertini anche se lui stesso ha dichiarato di ispirarsi maggiormente a Gennaro Gattuso. Di quest’ultimo si nota soprattutto le similarità per quanto riguarda grande foga e la personalità con cui scende in campo. Considerato fin da subito come uno dei talenti più promettenti della sua generazione, nell’estate del 2019 è stato indicato dalla UEFA come uno dei 50 giovani più promettenti per la stagione 2019-2020.

Nato a Lodi l’8 maggio 2000, Sandro Tonali ha iniziato a tirare i primi calci al Lombardia Uno. Una stagione prima di passare al Piacenza e poi al Brescia.

Con le Rondinelle la lunga trafila delle giovanili prima dell’esordio in Serie B con la Prima Squadra all’età di 17 anni. La stagione successiva è diventato un perno della squadra lombarda con Eugenio Corini che ha puntato molto su di lui.

Sandro Tonali, tifoso rossonero sin da bambino, è destinato a essere una delle colonne del Milan del futuro, come ha dichiarato il club stesso: “Simbolo di determinazione e senso di appartenenza ai colori rossoneri”. Un rinnovo guadagnato sul campo a suon di prestazioni di alto livello. Tonali ha così realizzato il sogno di ogni bambino: essere protagonista con la maglia del proprio cuore. Un simbolo di appartenenza, una futura bandiera, una figura che manca sempre più al calcio moderno e che fa sognare e appassionare Milano.

Foto: Instagram Milan