Ultimo aggiornamento: domenica 08 dicembre 2019 11:25

TECNICA E VELOCITÀ, IL MIX LETALE DI SAMUEL CHUKWUEZE: LA STELLINA NIGERIANA CHE SI ISPIRA AD OKOCHA

15.04.2019 | 14:00

Sono bastati pochi mesi per far accendere i riflettori sul suo nome. Samuel Chukwueze è la stellina del Villarreal che sta conquistando la Spagna e non solo. L’ala destra nigeriana nell’ultima gara di campionato ha regalato tre punti importantissimi alla sua squadra. Il gol messo a segno nell’1-0 al Girona ha momentaneamente tolto il Sottomarino Giallo dalla zona retrocessione. Per il giovane classe ’99 si tratta del 5° gol in Liga e del decimo stagionale. Numeri importanti che stanno attirando su di lui le attenzione di molte squadre anche se il futuro di Chukwueze sembra essere già scritto. La stampa nigeriana vede il giocatore in procinto di firmare con l’Arsenal la prossima stagione per una cifra che potrebbe farlo diventare il giocatore nigeriano più pagato della storia.

Samuel Chukwueze nasce il 22 maggio 1999 ad Ugba Ibeku, un piccolo villaggio situato nel nord della Nigeria. L’infanzia non è delle più semplici visto le continue discussioni con i genitori, contrari alla scelta di Samuel di voler diventare un calciatore. Prima di tutto la scuola, ma il ragazzo comincia a dimostrare le sue doti fin da subito e cos’ le più importanti accademie fanno a gara per accaparrarselo. In una realtà difficile come quella nigeriana, Chukwueze ha la fortunata di poter crescere nella Diamond Football Academy. In cinque anni diventa il talento di maggior spessore, tanto da partecipare a un torneo giovanile molto importante come la Iber Cup. Lì il ragazzino nigeriano viene notato da Emanuel Amunike, ai tempi tecnico della nazionale under 17. La sua corsa e la sua tecnica non passano inosservate e l’Arsenal ci mette subito gli occhi addosso. Nel 2016 la richiesta fatta ai Gunners sfiora i 4 milioni di euro, valutazione che fa saltare definitivamente l’affare. Un anno più tardi però il Villarreal torna sul calciatore e se lo aggiudica per 500.000€. Contratto fino al 2023 e avventura europea che può finalmente iniziare. Cresciuto nel mito di Jay-Jay Okocha, le qualità del classe ’99 non si allontanano troppo da quelle del centrocampista che negli anni ’90 stupiva tutti con le sue giocate. Per la consacrazione in prima squadra si deve attendere però almeno 12 mesi grazie all’intuizione di Javi Calleja che, il 20 settembre 2018, lo fa esordire in Europa League. La prima apparizione in campionato arriva il 4 novembre nella sfida contro il Levante e una settimana più tardi arriva anche il primo sigillo stagionale nella gara pareggiata per 2-2 contro il Rayo Vallecano. La sua migliore prestazione è però quella di qualche settimana fa nel pirotecnico 4-4 contro il Barcellona. Un assist e un gol che hanno lasciato tutti a bocca aperta per la qualità delle sue giocate. Stagione che gli è valsa anche la prima chiamata con la nazionale maggiore nigeriana. Ora Chukwueze si gode il momento, con il Villarreal pronto ad alzare la clausola rescissoria ad oltre 60 milioni di euro (attualmente fissata a 10 milioni). Il giovane classe ’99 si appresta a diventare il giocatore nigeriano più pagato della storia, superando il costo di Kelechi Iheanacho passato dal Manchester City al Leicester per quasi 30 milioni di euro. Sul giocatore è forte l’interesse dell’Arsenal, tanto che in patria si parla già di firma imminente.

Chukwueze è un mancino naturale che ama giocare sulla fascia destra per poi convergere al centro e sfruttare le sue doti nel tiro. Veloce e tecnico, la stellina nigeriana è molto abile nell’uno contro uno, riuscendo spesso a liberarsi dell’avversario con giocate d’alta scuola. I paragoni ovviamente non sono mancati e gli accostamenti più frequenti sono a Okocha e a Robben. Perfetto come ala destra nel 4-2-3-1 può giocare anche come esterno di centrocampo nel 4-4-2. Preferenza per la corsia di destra ma adattabile anche a sinistra o come trequartista. Il classe ’99 è il perfetto prototipo del calciatore offensivo moderno che abbina tecnica e velocità, ma anche molto fisico nonostante un’altezza non imponente.

Foto: As