Ultimo aggiornamento: mercoledi' 17 luglio 2019 15:19

TALENTO E VOGLIA DI RIPARTIRE: DALEY SINKGRAVEN, LA NUOVA SCOMMESSA DEL LEVERKUSEN

19.06.2019 | 13:02

Colpo del Bayer Leverkusen, che ha rinforzato il suo reparto arretrato acquistando dall’Ajax Daley Sinkgraven, terzino sinistro di nazionalità olandese che con il lancieri non ha avuto modo di mettere in mostra le sue doti anche causa di numerosi infortuni. Soltanto 11 le presenze (2 in Champions League) nella stagione 2018/2019, per un totale di soli 312 minuti in campo. Adesso vola in Germania, dove avrà più spazio di quello avuto, per problemi di natura fisica, in Olanda.

24 anni il prossimo 4 luglio, Daley Sinkgraven cresce nelle giovanili dell’Heerenveen con le quali esordisce il 10 marzo 2012. Dopo tre stagioni nell’Under 19 del club, l’esordio in massima serie: la sua prima partita in Eredivisie risale al 18 gennaio 2014, quando colleziona il suo primo minuto nel match pareggiato per 2-2 contro il Roda. Nel match successivo contro il Cambuur trova il suo primo assist nell’unico gol messo a segno dai lancieri. Un buon inizio che gli vale un finale di stagione da protagonista: titolare nelle ultime cinque partite, nelle quali realizza tre assist. Nella stagione successiva, arriva la consacrazione: 4 gol e 2 assist in 20 partite. Un ottimo rendimento per un terzino sinistro di neanche vent’anni, che non a caso attira una delle squadre più attente ai giovani: l’Ajax, che il 30 gennaio 2015 lo preleva dall’Heerenveen per 7 milioni di euro. Con i lancieri gioca la seconda parte della stagione giocando sempre titolare e servendo 4 assist ai compagni. Sembra l’inizio di una grande ascesa e di una grande carriera ma, nel 2016/2017, arriva un anno molto sfortunato, caratterizzato dagli infortuni alla caviglia e al ginocchio sinistro. Il 2017/2018 si apre con un nuovo infortunio a settembre, poi, dopo essere rientrato per poche partite a disposizione, a novembre il laterale mancino è costretto all’operazione al legamento crociato del ginocchio sinistro. Nel 2018/2019 colleziona 11 presenze, compresi 35 minuti contro la Juventus nella vittoria per 2-1 nel ritorno dei quarti di Champions League, vincendo Eredivisie e coppa Nazionale, sfiorando inoltre la finale del Wanda Metropolitano.

Terzino sinistro dalla propensione offensiva, Sinkgraven abbina velocità e spinta ad una buona fase difensiva, ma non è insolito a sfornare assist per i compagni: 11 nelle sue stagioni all’Ajax, nelle quali ha dimostrato invece di non avere un particolare feeling con il gol. Solo una rete per lui (e 9 in totale in carriera), segnata alla prima giornata dell’Eredivisie 2016/2017 nel successo esterno per 3-1 contro lo Sparta Rotterdam. Giocatore anche molto corretto: solo 14 cartellini gialli tra Ajax ed Heerenveen, senza rimediare neanche un’espulsione. A chiedere il suo acquisto è stato proprio Peter Bosz, attuale tecnico del Bayer Leverkusen che lo ha allenato nella stagione 2016/2017 quando ricopriva proprio il ruolo di allenatore dell’Ajax. L’ex tecnico dei lancieri, insomma, conosce bene Sinkgraven: sa di avere ora nella sua rosa un giocatore con tante potenzialità e tanta voglia di rifarsi dopo due anni da dimenticare. Proprio quello che serve a lui e al suo nuovo club: il profondo desiderio di non guardare più indietro e ripartire con grinta ed entusiasmo.

Foto Twitter Bayer Leverkusen