Ultimo aggiornamento: martedi' 05 luglio 2022 16:58

Szczesny: “La Juve il mio ultimo club. La Champions era alla portata, siamo usciti con squadre meno forti”

20.06.2022 | 14:34

Wojciech Szczesny , portiere della Juventus, ha parlato al quotidiano polacco Przegld Sportowy della sua avventura in bianconero e dei suoi progetti per il futuro.

Queste le sue parole: “La Champions League era alla nostra portata nelle prime due stagioni, poi siamo usciti con squadre contro cui non avremmo dovuto perdere. Ma questa è la Champions. Il Manchester City e il PSG sono favoriti da tanti anni e non è riuscito mai a vincere. I due anni senza Scudetto in Italia? Prima o poi doveva finire… dopo 9 anni di vittorie c’è stato un ricambio generazionale dei giocatori. Cambiare costa sempre qualcosa. Credo comunque che Pirlo e Allegri abbiano fatto un ottimo lavoro arrivando alla qualificazione in Champions”.

Su CR7: “Un calciatore brillante, che fa la differenza non solo sul campo. Non so se esiste qualcuno nel mondo al suo livello. Quando è arrivato però non lo vedevamo come CR7, ma come un compagno di squadra. Con lui però ho provato cose che non ho mai sentito con altri giocatori: entrando in campo con lui, prima ancora che l’arbitro fischiasse l’inizio, era come essere già in vantaggio 1-0. E’ stato impressionante”.

La Juventus sarà il suo ultimo club? “Sì. Ho ancora 3 anni di contratto e se mi vorranno tenere vorrei portarlo a termine. Ogni anno ci sono rumors di mercato, ora mi preoccupo quando non escono nomi nuovi per la porta della Juventus”.

Pensa di poter fare come Buffon in termini di carriera?
“Non giocherò tanto quanto lui. Voglio restare alla Juventus fino al 2025, poi magari andrò in Spagna dove ho una casa”.

Foto: Twitter Juve