Ultimo aggiornamento: venerdi' 07 maggio 2021 20:23

SVANBERG, UN PIACERE PER GLI OCCHI

19.04.2021 | 13:30

Il Bologna di Mihajlovic sta vivendo un’ottima stagione, i 37 punti a sette giornate dal termine certificano una salvezza che è a un centimetro di distanza, il netto 4-1 allo Spezia di ieri è stato un successo importante per rialzarsi dopo le sconfitte di misura rimediate contro Inter e Roma. Una delle note più liete dell’annata rossoblù si chiama Mattias Svanberg, centrocampista svedese che ieri ha chiuso la partita contro i liguri con una doppietta nel giro di 6 minuti, arrivando a toccare quota cinque reti in stagione.

Mattias Svanberg nasce a Malmö il 5 gennaio del 1999. Prima di entrare nelle giovanili della squadra della sua città natale, i primissimi passi li muove nel Bunkelfo IF e poi nel Limhamn Bunkefeld. Nel 2013 il Malmö FF nota le sue qualità e lo porta nel suo settore giovanile. A 16 anni arriva la prima convocazione con la prima squadra e l’esordio ufficiale arriva in Coppa di Svezia, contro i dilettanti del Götene IF. Nel marzo del 2016, da 17enne firma il suo primo contratto da professionista, mentre il 28 maggio debutta in Allsvenskan. Con il Malmo il suo bilancio complessivo sarà di 47 presenze, 6 gol e 11 assist. Il 5 luglio 2018 il Bologna decide di portarlo in Italia per 4.5 milioni di euro.
Il talentino svedese è un calciatore ben dotato dal punto di vista fisico: 185 cm per 78kg e di piede destro, può ricoprire il ruolo di centrocampista centrale o mediano ma si adatta molto bene anche in quello di trequartista o di esterno in un classico 4-4-2.
Dopo il bel match di ieri ai microfoni di DAZN è andato il tattico Emilio De Leo e ne ha parlato così : “come tanti ragazzi che abbiamo sta crescendo, ha qualità e fisicità, è un mediano moderno senza disdegnare gli inserimenti”.

Il classe ’99 è rapido e veloce palla al piede, sa tirare dalla lunga distanza e saltare l’uomo, ma il suo punto di forza è la capacità di fare le scelte giuste sia in fase offensiva che in quella difensiva, dotato anche di buone capacità nel gioco aereo e nel recupero del pallone. Anche lui è intervenuto nel post gara, ha parlato dei suoi idoli ed ha escluso un futuro lontano da Bologna, almeno per il momento: “Mi piace guardare Kevin De Bruyne, dieci anni fa vedevo Ozil. Mi piacciono i giocatori offensivi. Non vedo nel futuro, sto qua e sono felice. Penso partita per partita”.
Con la Nazionale scandinava Mattias ha giocato nell’Under 17, Under 19 ed Under 21, sono 7 le presenze coi “grandi”, un gol arrivato al debutto nel 3-0 contro le Isole Far Oer.
Svanberg è un piacere per gli occhi e la sua crescita è continua, il Bologna e la Svezia devono cullarsi questo gioiellino destinato a palcoscenici sempre più prestigiosi.

 

Foto: Instagram personale Svanberg