Ultimo aggiornamento: domenica 28 febbraio 2021 17:15

STRUTTURA FISICA, TECNICA E GOL PESANTI: TOUSART, L’ENNESIMO GIOIELLO FIRMATO OL

28.02.2020 | 17:00

La Juventus cade malamente sul campo dell’Olympique Lione nell’andata degli ottavi di finale di Champions League. A piegare i bianconeri è stato il pesante gol di Lucas Tousart, una rete che scrive una grossa fetta di storia del club francese e che potrebbe regalare un’impresa inaspettata a Rudi Garcia. Andiamo per ordine: Tousart nasce ad Arras, in Francia, il 29 aprile del 1997 e sin da subito inizia ad avvicinarsi al mondo del calcio. Il talento c’è e per le strade del suo quartiere brilla in maniera evidente. Nel 2002 si iscrive all’École de foot Haut-Célé, dopo un anno passa al JS du Pays Rignacois e nel 2004 all’US Pays Rignacois, formazione che se ne prende cura per diversi anni insegnando al ragazzo i fondamentali del calcio. Nel 2010, dopo 6 lunghi anni fatti di allenamenti e partite nei campi di periferia, viene prelevato dal Rodez che lo inserisce nel proprio vivaio. Per tre anni Tousart incanta tutti per qualità palla al piede e abilità di sfruttare al meglio la sua struttura fisica, proprio come il suo idolo Zinedine Zidane. Nel 2013, dopo essere stato monitorato con attenzione, viene notato da alcuni osservatori del Valenciennes che lo acquista senza esitare più di tanto, consapevole di aver compiuto un importante investimento per il futuro.

Appena arrivato in biancorosso, viene aggregato nel vivaio dimostrandosi immediatamente all’altezza. Dopo pochi mesi si ritrova in prima squadra, in allenamento sfodera tutte le sue doti e una spiccata personalità. A quel punto è inevitabile l’impiego in campo. In Ligue 2 brilla per qualità di palleggio e senso della posizione e, a fine stagione, viene contattato dall’Olympique Lione che lo ingaggia sborsando 3,5 milioni di euro. Tousart compie il grande salto, quasi inaspettatamente, ma il suo sogno si realizza. L’impatto è dei migliori, sul rettangolo verde e fuori. Nel frattempo il suo nome circola e finisce sul taccuino dei vari commissari tecnici delle Nazionali Under 20 e 21. La scorsa estate, in Italia, disputa l’Europeo di categoria con i Bleus classificandosi al terzo posto. Le sue prestazioni convincono tutti e, qualche settimana fa, l’Hertha Berlino ha deciso di compiere un blitz importante acquistandolo per 25 milioni e lasciandolo fino a giugno in prestito in terra transalpina. Ora per Tousart, finora 162 presenze e 6 marcature personali complessivamente, il pensiero è rivolto solo al finale di stagione. C’è un quarto di finale di Champions da conquistare contro la Juve e, magari, una maglia della Nazionale maggiore per Euro 2020. La Bundesliga, dunque, può aspettare…

Foto: Champions League Twitter