Ultimo aggiornamento: martedi' 27 ottobre 2020 18:19

Stroppa: “Con la Juve servirà l’impresa, la gara perfetta. Siamo in crescita, non partiamo battuti”

16.10.2020 | 12:57

Conferenza stampa di vigilia in casa Crotone che domani sera, alle 20.45 ospiterà la Juventus allo stadio Ezio Scida. A presentare la gara contro i campioni d’Italia, il mister dei calabresi, Giovanni Stroppa.

Queste le sue parole: “E’ una partita bella per la città, per tutti noi, che vogliamo dimostrare le nostre qualità. Dispiace che non possa esserci il grande pubblico ma la presenza di 1000 tifosi già ci è di conforto. Queste due settimane sono andate sulla falsa riga delle precedenti perché i nuovi arrivati si sono allenati negli ultimi giorni e non abbiamo avuto a disposizione i nazionali, non abbiamo lavorato al completo, ma ci siamo comunque allenati bene”. 

Sulla Juventus: “Si parla degli assenti, ma se guardo la formazione che potrebbe scendere in campo c’è solo da sgranare gli occhi. Sono i campioni, la squadra da battere. Certo non c’è Ronaldo e qualche altro ma leggendo più o meno la formazione che dicono i giornali c’è una signora squadra. Sono i più forti in tutti i sensi. Dovremo fare la partita perfetta per fare risultato. Dovremo essere attenti, dovremo dare quel qualcosa in più per strappare un risultato positivo. Visto che le nostre prestazioni sono in crescita possiamo farlo. Mai come domani sera bisogna stare attenti a qualsiasi giocata, ogni piccolo errore può essere fatale. Non partiremo battuti, venderemo cara la pelle e vogliamo regalare una bella serata al pubblico di Crotone. Non abbiamo niente da perdere e potremmo avere la testa libera per fare un certo tipo di gara, allo stesso tempo la classifica piange. Se tiro la coperta da una delle due parti mi scopro. Con tutto il rispetto per la Juve dobbiamo crescere sotto diversi aspetti, indipendentemente da chi affronteremo. Di sicuro portare a casa punti potrebbe essere determinante”.

Sull’atteggiamento: “Non dobbiamo essere passivi e farci schiacciare, altrimenti non andremo da nessuna parte. Proveremo ad essere aggressivi, a pressarli, a dargli poco tempo per ragionare.  Dobbiamo lavorare individualmente difensivamente, ma anche nella fase offensiva. Abbiamo rivisto con il Sassuolo il Crotone dell’anno scorso per certi versi, tornare a casa con un risultato di quel tipo può dare fastidio”.

Fonte Foto: Crotone TV