Ultimo aggiornamento: domenica 11 aprile 2021 17:12

Stankovic:” Orgoglioso è poco, abbiamo dimostrato di poter fare grandi cose. Ibra? Un fratello, gli scivola tutto addosso”

25.02.2021 | 23:27

Dejan Stankovic, allenatore della Stella Rossa, commenta ai microfoni di Sky il pareggio di San Siro contro il Milan, che è costato la qualificazione ai serbi: “La qualificazione era possibile dal primo minuto, i miei ragazzi sono stati bravi, coraggiosi, loro c’erano sia qua che a Belgrado, 60 minuti con il Milan e con noi in dieci uomini. Sono orgoglioso, so cosa abbiamo fatto in 180 minuti. Non piango, hanno dimostrato che possiamo fare grandi cose. Sarò sempre al loro fianco perché lo meritano. Un anno fa ho portato una cultura diversa di lavoro, approccio, attaccamento alla maglietta e al grande club. Abbiamo fatto un po’ di cambiamenti e il club ha creduto in me. Io non ho giocato a cricket, ho giocato 20 anni a calcio e un po’ me ne intendo. Non è stato facile ma abbiamo costruito un punto di partenza forte”.

Su Ibrahimovic, suo caro amico ai tempi dell’Inter: “Ibra è mio fratello, gli scivola tutto addosso. Il Milan deve migliorare, negli ultimi 20 giorni è andato così così. Il campionato dipende solo dall’Inter, per la squadra che ha è favorita per lo scudetto”.

Sulla sua squadra, che non molla mai: “Sì, ho trasmesso questa passione e questa lealtà. Questa è la mia squadra, dove sono cresciuto, non conosco altre strade all’infuori di questa”.

 

 

Foto: Twitter Stella Rossa