Ultimo aggiornamento: venerdi' 07 maggio 2021 19:29

SPALLUTO, LA VIOLA CHE CRESCE

29.04.2021 | 13:15

La Fiorentina ha vinto la Coppa Italia Primavera. battendo ieri sera la Lazio 2-1 in finale. Si tratta del terzo trionfo in tre anni per la compagine viola, sempre più fucina di giovani talenti. Grande protagonista, con una doppietta, il bomber della Viola, Samuele Spalluto, attaccante classe 2001.

Spalluto non ha solo trascinato i suoi alla vittoria con la doppietta in finale, ma ha praticamente condotto la Fiorentina per mano per tutta la competizione, con 6 gol in 4 partite, grazie alle quali la compagine toscana ha eliminato Milan, Juventus e Genoa e poi ovviamente la Lazio in finale.

Ma i numeri del baby bomber non sono eccellenti solo in Coppa Italia, ma anche in campionato.

Nato il 15 febbraio del 2001 a San Pietro Vernotico, in Puglia, provincia di Brindisi, Samuele Spalluto è cresciuto calcisticamente nella Corvino Academy, una scuola calcio dell’ex ds della Fiorentina, Pantaleo Corvino, ubicata in Salento, passando poi nel settore giovanile del Lecce, proprio grazie a Corvino che ne era divenuto ds. Nel Lecce si è messo in mostra, arrivando a conquistarsi il soprannome di Matador, diventando capocannoniere del campionato under 16. Il baby fenomeno, in diverse circostanze infatti ha dichiarato di ispirarsi ad attaccanti come Edinson Cavani ma anche Gonzalo Higuain, ovvero attaccanti che amano anche svariare e aiutare la squadra in fase di costruzione del gioco.

Nel settembre del 2016 passa alla Fiorentina, dove va a rinforzare la formazione Under 16 della viola. Poco dopo esordisce con l’Under 17, segnando anche un gol nella partita persa per 3-1 contro i pari età del Novara. L’anno dopo veste proprio la maglia dell’Under 17 con cui 6 gol in 19 partite prima di approdare in Primavera.

Il primo anno di Primavera è stato di apprendistato. Lo scorso anno, infatti, ha segnato 4 gol tra campionato e Coppa Italia, comunque vinta dalla Fiorentina. Numeri non trascurabili ma ampiamente migliorati quest’anno, con 15 presenze in campionato e 7 gol (con il torneo ancora in corso visto che era stato fermato dalla pandemia) oltre appunto ai 6 in Coppa Italia, che diventano 13 complessivi. Ha inoltre impressionato per il numero di assist, ben 6. Un dato che rispecchia il valore e le caratteristiche di Samuele Spalluto, ovvero quello di  un attaccante moderno e completo, capace di concludere a rete ma anche di mettere i compagni in condizioni di segnare.

Spalluto è dotato di una buona fisicità e discreta altezza, il che gli permette di interpretare il ruolo di attaccante in diversi modi, sia come punta centrale in un reparto con 3 trequartisti, sia in un tridente che in una coppia d’attacco.

Insomma, un attaccante completo e dal grande futuro, in attesa di cimentarsi ora in un campionato professionistico. A gennaio, visto il campionato Primavera fermo, c’era stata la possibilità di un prestito in Serie B e C, ma Spalluto ha preferito restare a Firenze in attesa del ritorno in campo, ed ha avuto ragione, trascinando i suoi al terzo titolo di fila in Coppa Italia e in campionato.

Dalla prossima stagione, per il 2001, si apriranno certamente le porte del professionismo e chissà, magari anche della prima squadra della Fiorentina.

Foto: Facebook personale