Ultimo aggiornamento: venerdi' 07 maggio 2021 21:58

SOTELDO, CLASSE SUDAMERICANA ALLA CONQUISTA DELLA MLS

25.04.2021 | 13:30

Una scelta di vita quella di Yeferson Soteldo, talento venezuelano, che si è trasferito dal Santos al Toronto Fc, squadra della Major League Soccer. “Ho trascorso due incredibili anni e mezzo a Santos. Era un sogno. Sento di essere cresciuto, apprezzando quello che ho vissuto e dato tutto alla società. Abbiamo avuto momenti bellissimi, come giocare la Finale di Libertadores, e altri momenti molto difficili” aveva dichiarato appena ceduto, dimostrazione che in due anni ha lasciato il segno in Brasile in 28 partite segnando 8 gol, ma facendo incantare i suoi tifosi con grandi giocate.

 

Alto appena 160 centimetri, Yeferson Soteldo è nato nel 1997 ad Acarigua, una città situata nello stato di Portuguesa, nella parte nordoccidentale del Venezuela. Soteldo cresce in uno dei barrios più difficili della città, El Muertico: lui stesso ha confessato al sito della CONMEBOL che a 11 anni avesse preso una cattiva strada e che soltanto il calcio lo ha salvato dalla delinquenza. La sua infanzia la passa a giocare nel barrio, fino a quando a 14 anni quando viene preso dal Caracas, che aveva organizzato delle partite ad Acarigua per scovare nuovi talenti. L’esperienza non va benissimo e fa ritorno a casa, ma dopo qualche mese viene preso dallo Zamora dove esordisce in prima squadra all’età di 16 anni. Soteldo viene schierato largo a sinistra in attacco dove può sfruttare la sua agilità per rientrare sul destro con i suoi dribbling fulminanti e calciare. Dopo due stagioni con lo Zamora il suo fatturato recita 6 gol e 9 assist in 39 partite, tra campionato, Libertadores e Copa Sudamericana. Arrivano richieste importanti anche dall’Europa, ma Soteldo non si sente ancora pronto del grande salto e decide così di accettare l’offerta del Fútbol Club Huachipato, squadra che milita nella Primera División cilena. Dopo pochi mesi lo nota l’Universidad de Chile, la squadra più importante cilena. Lì viene anche schierato come seconda punta acquisendo maggiore consapevolezza dei propri mezzi. Diventa anche un punto fermo nella Nazionale con le attuali 18 presenze e un gol solo. Nel gennaio del 2019 il Santos decide di acquistarlo per 3 milioni di euro: Soteldo si trasferisce così in una delle squadre più importanti del continente. Lo ha voluto fortemente il nuovo tecnico Jorge Sampaoli, uno che nel riconoscere il talento ci ha sempre visto lungo. Dopo aver indossato la numero dieci con entrambi i club in Cile, anche il Santos decide di affidargli la stessa maglia, ovvero la camisa leggendaria di Pelé. L’ viene soprannominato Soteldinho e non ci vuole molto per capirne il motivo. Solo l’offerta importante del Toronto Fc dividerà le strade tra Soteldo e il Santos, quasi un peccato non vederlo in Europa, ma il venezuelano è ancora giovane e avrà tanto tempo per dimostrare il suo valore sempre più a grandi livelli.

 

Foto: Sito Fifa