Ultimo aggiornamento: venerdi' 07 maggio 2021 23:54

Simy: “La mia legge? Il giorno dopo devo fare sempre meglio di quello precedente. Otterrò ciò che merito”

01.05.2021 | 10:59

Intervistato da Sportweek, settimanale de La Gazzetta dello Sport, l’attaccante del Crotone, Simy, ha rilasciato diverse dichiarazioni, in merito ad una stagione che lo sta vedendo grande protagonista.

Queste le parole del giocatore: “Non siamo uguali. Non saremo mai tutti uguali. Nel calcio niente è scritto. Ognuno può dire quello che vuole. Non è un problema, non lo ascolto. Io non mi permetto di criticare nessuno, perché tutti devono fare la loro strada. Io sono Simy, sono alto quasi due metri e questo mi dà dei vantaggi e degli svantaggi. Coi piedi e con la testa arrivo ad altezze dove altri non arrivano, ma negli spazi stretti non sono Messi. Io, appena mi danno la palla, devo colpirla. Posso non essere il più raffinato tecnicamente, per qualcuno sono il più scarso addirittura: non è un problema. L’unica cosa di cui io sono sicuro nella mia testa è che ogni giorno devo cercare di fare meglio del precedente. Ogni giorno devo dare tutto per i compagni. Rispettare le regole, essere un professionista, un esempio. Cercherò di fare sempre meglio, perché il calcio e la vita sono una continua evoluzione. E sono sicuro che alla fine otterrò ciò che merito”.

Foto: Zimbio