Ultimo aggiornamento: giovedi' 12 maggio 2022 14:55

Serie B, domani l’ultima giornata, è tempo di verdetti: tra promozione e salvezza c’è tanto in gioco

05.05.2022 | 23:19

Domani si giocherà  la 38^ e ultima giornata di Serie B. Sarà quindi tempo dei verdetti, dopo le retrocessioni già certe di Crotone e Pordenone, con le due promozioni dirette ancora da assegnare, così come le posizioni nei play off e la terza retrocessa, oltre che ai playout. Andiamo quindi ad analizzare la situazione.

Il Lecce si prepara alla festa del ritorno in Serie A, dopo il primo match point sprecato a Vicenza. Ai salentini basta una vittoria contro il Pordenone già retrocesso per ottenere la promozione e il primo posto in campionato. Destino anche nelle mani del Monza che sogna la prima promozione in Serie A, che però dovrà vincere al Curi di Perugia, ancora in corsa per i playoff. Spera anche la Cremonese, che dovrà battere il Como nel derby lombardo, e sperare in una non vittoria di una tra Lecce e Monza per prendere un posto tra le promosse in Serie A. Può ancora sognare il Pisa, ma deve sperare nelle non vittorie di Cremonese e Monza, con i toscani che dovranno a loro volta battere il Frosinone.

Per i playoff, il Perugia spera ancora, dovrà battere il Monza e sperare nel successo del Pisa sul Frosinone, per agguantare l’ultima casella per gli spareggi post season. Brescia, Benevento e Ascoli sono già certe di un posto ai playoff.

Capitolo retrocessione. Il Vicenza per evitare la retrocessione, deve battere l’Alessandria fuori casa, e guadagnarsi la chance degli spareggi. In caso di non vittoria, sarà Serie C. L’Alessandria, invece, vincendo sarà salva. Il Cosenza, in caso si sconfitta contro il Cittadella, sarebbe retrocessione diretta se l’Alessandria battesse il Vicenza e si porterebbe quindi a +5, distanza che evita anche i playout. Un pareggio garantirebbe almeno i playout ai calabresi.

Foto: Logo Serie B