Ultimo aggiornamento: giovedi' 16 luglio 2020 19:20

Semplici: “Ho parlato con la società, convinto di poter raggiungere l’obiettivo. Esonero? La riconoscenza…”

10.02.2018 | 17:52

Leonardo Semplici, allenatore della Spal, ha parlato dopo il pesante ko rimediato contro il Milan per 0-4. Queste le sue parole rilasciate ai microfoni di Premium Sport: “Abbiamo subito gol dopo un minuto, la squadra ha reagito fino alla fine del primo tempo. Abbiamo avuto diverse occasioni, abbiamo colpito il palo. La squadra è stata in partita fino al 2-0. Grande intensità, sotto questo aspetto i ragazzi hanno fatto il massimo. Merito comunque al Milan. Se ho parlato con la società? Ci siamo incontrati anche in passato, il nostro obiettivo lo conosciamo. Però credo che questo risultato non cambi di molto il nostro percorso. Attenzione e sacrificio, bisogna migliorare. Oggi la prestazione non è quella di Cagliari, cercheremo di parlare con i ragazzi, anche se domenica ci aspetta una squadra forte come il Napoli. Io sono consapevole di certe cose, ma sono convinto di poter raggiungere l’obiettivo. Possibile esonero? La riconoscenza credo non ci sia. Io credo che bisogna partire da un presupposto: sapevamo che avremmo dovuto lottare fino alla fine. Dobbiamo vincere il nostro campionato fatto di quattro squadre. Se dopo ci sarà un’idea diversa vedremo. Credo che fino al 2-0 la squadra sia stata in campo nella giusta maniera, non ci gira nemmeno bene. Si aggiungono poi degli errori. Cosa ho detto alla squadra? Niente di particolare, ho cercato di evidenziare le cose positive. Non è semplice, ma non dobbiamo disunirci. Dobbiamo fare tesoro degli errori, non dobbiamo perdere l’entusiasmo. Sicuramente se ci facciamo prendere dalla negatività favoriamo gli avversari. Everton Luiz? Sono venti giorni che è arrivato, si deve calare negli schemi. Mi auguro che ci possa dare una mano”.

Foto: Spal sito ufficiale