Calciomercato
thumbnail_scommesse sportive 2

Scommesse sportive in Italia: sempre più amate

Il settore delle scommesse sportive non conosce crisi in Italia ed il 2017 lo sottolinea, segnando un nuovo record. Nel corso di quest’anno infatti, il settore ha raggiunto una quota da capogiro di 10 miliardi di euro, di cui 8,6 miliardi di euro sono stati vinti dai giocatori fortunati. La spesa effettiva è stata quindi di 1,3 miliardi di euro. La spesa degli scommettitori ha visto un aumento del 44,5% confronto al 2016 e negli ultimi anni si è piú che triplicato. Ma come mai questa continua ed inarrestabile crescita?

I fattori della crescita

Tra i fattori che hanno contribuito a questa crescita, contiamo sicuramente la propensione maggiore degli italiani a scommettere non solo sull’amato e seguitissimo calcio, ma anche su altre competizioni sportive come tennis, basket, pallavolo, rugby, pallamano, Formula 1 e Moto GP. Il settore si sta evolvendo ma il calcio rappresenta comunque lo sport piú seguito, soprattutto quando si tratta di Serie A, Serie B, UEFA, Champions League, Europei e Mondiali e non riguarda le squadre italiane o la Nazionale, ma anche moltissime altri Paesi. Un altro fattore che ha contribuito all’aumento del numero di scommesse e scommettitori, è la possibilità di poter puntare non solo sul risultato finale, cioè il vecchio 1, X o 2 del Totocalcio, ma anche su una serie di altre variabili che rendono il gioco ancora più interessante agli occhi dell’utente, come per esempio scommettere addirittura sul minuto esatto in cui il pallone entrerà in porta.

Altro fattore da considerare è l’ampia offerta che esiste nel settore, sia considerando i punti fisici sia considerando i siti per scommesse disponibili per il pubblico italiano. Le scommesse sportive online sono quelle che stanno riscuotendo piú successo e la concorrenza fra i vari bookmaker è molto sentita. Coloro che ne beneficiano alla fine sono gli utenti, dato che spesso vengono attuate interessanti promozioni per attirare maggiormente gli utenti.

Inoltre, il gioco online è diventato molto piú sicuro rispetto al passato e quindi, potendolo fare dalla comoditá del proprio divano e senza che altre persone vedano, sempre piú italiani si avvicinano a questo mondo. Senza contare la possibilitá di poter giocare direttamente da dispositivi mobile e su eventi Live – quindi in diretta nel momento in cui si é collegati.

Le origini delle scommesse sportive

L’Italia ha fatto passi da gigante nel settore delle scommesse sportive dato che, confronto ad altri Paesi europei, ha iniziato in ritardo il suo percorso. Fino ad un paio di decenni fa, infatti, l’unica opzione – legale – conosciuta per scommettere in ambito sportivo era il Totocalcio. Nato nel 1946, nel Totocalcio era possibile giocare sulla vittoria della squadra di casa (1), sul pareggio delle squadre (X) oppure sulla vittoria della squadra ospite (2). La svolta vera e propria in Italia si ha il 2 giugno 1998, quando per la prima volta il settore viene regolamentato con il Decreto Ministeriale 174 e da quel momento l’interesse ed il gioco delle scommesse aumentò sempre più. Il 31 maggio 2002, con il Decreto Direttoriale 128, viene ufficialmente data la possibilità agli operatori del settore di raccogliere le puntate per via telefonica e, soprattutto, online. Da quel momento il settore non ha più conosciuto crisi, aumentando esponenzialmente fino ai numeri attuali che, siamo sicuri, difficilmente invertiranno la rotta.

Archivio: Calciomercato