Ultimo aggiornamento: sabato 24 ottobre 2020 00:21

Sauli Vaisanen: fisico e geometrie a servizio della SPAL

22.07.2017 | 09:44

Sauli Vaisanen ha ventiquattro anni e, dopo un inizio di carriera giocato nel Nord Europa, ieri ha firmato per la SPAL.
Difensore centrale, alto 188 cm per 75 kg. Dotato di un ottimo senso della posizione, si definisce un giocatore tattico e capace di leggere gli sviluppi del gioco. I numeri della sua carriera dicono che può essere molto pericoloso sui calci da fermo e che nella difesa a tre è una garanzia. Siglando reti in ogni squadra in cui ha militato, Sauli Väisänen è considerato un difensore con il senso del gol, da qualcuno anche l’erede di Sami Hyypia.
Sauli muove i primi passi nel mondo del calcio grazie alla squadra della sua città natale: il Jokerit. Durante l’esperienza nelle giovanili, Sauli cambia spesso maglia, militando nell’Allianssi, nel PK-35 Vantaa, nel HJK, e Pallohonka. È proprio la squadra di Espoo che dà  a Sauli l’opportunità di esordire nel calcio dei “grandi”, all’età di diciotto anni. Vaisanen non soffre il cambio di categoria e gioca con continuità, chiudendo la prima stagione con trentacinque presenze e cinque gol. Durante il secondo anno Sauli gioca meno, ma riesce comunque a siglare due gol in diciassette presenze. Nell’estate del 2014 si trasferisce in Svezia, nell’ AIK, squadra che lui stesso ha definito:“la migliore della Scandinavia”. Colleziona poche presenze e dopo due stagioni viene ceduto in prestito ai finlandesi dell’HIFK. Una volta rientrato all’AIK mantiene un rendimento discontinuo durante le prime giornate, ma nella seconda parte di stagione, sotto la guida di Rikard Norling, si conquista un posto da titolare e lo mantiene fino alla firma con la SPAL.

Nel 2014 ha esordito con la maglia della nazionale Under 20 e due anni dopo ha esordito  anche con la nazionale maggiore, collezionando quattro presenze.

Quest’anno giocherà per la SPAL e sarà allenato da Leonardo Semplici. La squadra  di Ferrara l’anno scorso ha ottenuto una storica promozione, giocando con giocatori tutti Italiani. Quest’anno la filosofia della squadra è quella di mantenere i tanti giocatori Italiani ed inserire qualche straniero di buon livello; da oggi c’è anche un Finlandese.

Foto: spalferrara.it