Ultimo aggiornamento: giovedi' 20 giugno 2019 00:38

Sarri sfida Emery, lo specialista di Coppa: Chelsea-Arsenal per un posto in paradiso

29.05.2019 | 00:55

Il countdown è quasi terminato: stasera (ore 21) Chelsea-Arsenal, attesissima finale di Europa League. I Blues di Sarri arrivano a questo atto conclusivo da imbattuti nelle quattordici partite finora giocate (11 vittorie e 3 pareggi): dopo avere dominato il gruppo L nella fase a gironi, il Chelsea ha successivamente eliminato Malmö, Dinamo Kiev, Slavia Praga e in semifinale l’Eintracht. Anche l’Arsenal ha vinto agevolmente il gruppo E, poi ai sedicesimi e agli ottavi di finale ha dovuto rimontare in casa dopo le sconfitte dell’andata con Bate Borisov e Rennes; nei quarti di finale e nelle semifinali i Gunners hanno eliminato Napoli e Valencia vincendo sia all’andata che al ritorno. Una finale tutta inglese, la terza in EL in cui si affrontano due squadre della stessa nazione, dopo Porto-Braga del 2011 e Atletico Madrid-Athletic Bilbao dell’anno successivo. Arsenal e Chelsea si sfidano dunque per aggiudicarsi l’ambito trofeo, già finito una volta nella bacheca dei Blues, nel 2013, e che i Gunners hanno conquistato nel lontano 1970 quando ancora assumeva la denominazione di Coppa delle Fiere. E se Maurizio Sarri è totalmente nuovo a palcoscenici di questo rilievo in ambito internazionale, Unai Emery ha pesantemente segnato la recente storia di questa competizione portando il suo Siviglia alla vittoria per ben tre edizioni consecutive tra il 2014 e il 2016. Un vero e proprio specialista di Coppa, un talismano che l’Arsenal vorrà sfruttare fino in fondo, un talismano che il Chelsea vorrà sfatare per regalarsi una notte in paradiso.

 

Foto: Twitter ufficiale Europa League