Ultimo aggiornamento: sabato 22 febbraio 2020 16:11

Sarri: “In tv preferisco il ciclismo al calcio. Allegri? A inizio carriera un tifoso ci prese in giro”

23.12.2019 | 22:00

Maurizio Sarri, tecnico della Juve, ha rilasciato alcune parole dal palco a margine della festa per i 100 anni del Figline Valdarno: “Spero e credo che in me ci sia ancora qualcosa del Sarri del passato. Lo spirito è lo stesso, in campo sono sempre quel Sarri lì. Un mese fa mi hanno chiamato a Nyon per una riunione con i migliori allenatori al mondo e al segretario della Juve ho detto: ‘Ma hanno chiamato me? Sei sicuro?’ Lo spirito è sempre quello, uno crede che le emozioni derivino dalla mediaticità dell’evento, ma l’evento ce l’hai dentro. Le emozioni che ho provato a fare Sangiovannese-Montevarchi le ho provate poche volte da allenatore, neanche in finali internazionali. Passione per il ciclismo? Sono strano, se la sera ci sono in contemporanea il Tour de France e una partita guardo sicuramente il ciclismo. Le sfide con Allegri? Ricordo una volta Sangiovannese-Aglianese, l’allenatore dell’Aglianese era Massimiliano Allegri. Finì 0-0, nessun gol. A fine partita un tifoso ci prese in giro e ci disse: ‘Se siete due allenatori voi…'”, ha chiuso Sarri.

Foto: Twitter ufficiale Juventus