Ultimo aggiornamento: mercoledi' 25 november 2020 00:19

Ronaldo non giocò l’amichevole con la Juve in Corea: risarciti 162 spettatori

20.11.2020 | 23:10

Un tribunale sudcoreano ha condannato una società che si occupa di organizzazione di eventi a risarcire 162 spettatori che hanno assistito nel luglio 2019 a un’amichevole disputata a Seul tra una formazione di All Stars locali e la Juventus. In Corea c’era grande attesa per vedere la stella Cristiano Ronaldo in campo, e i tifosi si mobilitarono ad acquistare i biglietti e lo stadio fu completamente esaurito.

Il motivo del risarcimento? Cristiano Ronaldo non prese parte alla gara. La società The Fasta aveva assicurato che la stella portoghese avrebbe giocato almeno 45 minuti dell’incontro, riuscendo a vendere 65.000 biglietti. CR7, però, non mise piede in campo, restando in panchina per tutti i 90 minuti. Il tribunale ha quindi ordinato alla società di restituire la metà dell’importo dei biglietti del valore compreso tra 30.000 e 400.000 won ( 22-302 euro) più un risarcimento di 50.000 won (37 euro). È la seconda sentenza di questo tipo relativa a questo partita, poiché a febbraio un tribunale della città di Incheon (a ovest di Seul) aveva ordinato alla società di risarcire due spettatori con 371.000 won (280 euro) per ciascuno .

Per la cronaca, quella gara finì 3-3 con la Juve che rimontò dallo svantaggio di 3-1. Era la Juve di Sarri.

Foto: Twitter Juventus