Ultimo aggiornamento: venerdi' 17 settembre 2021 19:00

Ronaldo, la Juve paga anche (soprattutto) gli errori dell’era Paratici

04.09.2021 | 23:52

Ora che è andato via, ora che il Manchester United verserà meno di 25 milioni (bonus compresi) per riportarlo a casa, è anche giusto fare una valutazione più profonda. E’ vero, la Juve lo aveva prelevato tre anni fa per provare l’assalto alla Champions, ma è anche vero che sono stati commessi un mucchio di errori grandi durante gli ultimi due anni dell’era Paratici. Ne citiamo alcuni: mai un intervento vero a centrocampo, settore da sempre in sofferenza; parametri zeri importanti ma non in linea con i recenti progetti tecnici; spese eccessive sugli esterni offensivi, senza occuparsi dello stesso settore nei primi trenta metri (soprattutto a sinistra dove la rinuncia a Spinazzola è stata sanguinosa); le gestione della vicenda Dybala dal 2019 fino a pochi mesi fa, sempre in discussione, ceduto e mai andato via solo perché la Joya si è messo di traverso; l’incredibile vicenda Romero, preso e poi quasi “regalato” all’Atalanta, con l’aggravante che poi lo stesso Paratici ha speso circa 55 milioni (bonus) compreso per portarlo al Tottenham. Qualsiasi tipo di considerazione su Ronaldo merita ampia libertà di pensiero, ma quanto accaduto a livello di strategie non può passare in cavalleria. Paratici ha fatto un grande lavoro alla Juve quando non ha avuto i riflettori addosso, nei due anni precedenti al suo addio gli errori sono stati in qualche caso strafalcioni.

Foto: Twitter Juventus