Ultimo aggiornamento: domenica 26 gennaio 2020 00:30

Romulo: “Alla Juventus piangevo ogni giorno. Adesso sogno di tornare in Nazionale”

07.10.2016 | 16:26

Romulo, ex centrocampista della Juventus, ora in forza all’Hellas Verona, ha parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport del suo difficile passato al club bianconero: “Iniziavo un allenamento e provavo un dolore continuo agli adduttori. In quel modo non potevo andare avanti. Mi fermo, riprendo. Debutto in Champions League con il Malmö. Mi fermo di nuovo. Ero a pezzi: tornavo a casa e piangevo ogni giorno. Massimiliano Allegri aveva fiducia in me, diceva che non mi mancava nulla per essere un titolare. Ma al primo scatto mi bloccavo. Poi arrivò la Nazionale: ero stato convocato da Prandelli per il Mondiale in Brasile. I guai fisici mi hanno costretto a rinunciare. Con il Verona voglio conquistare di nuovo l’azzurro. Impossibile tornarci dalla B? Ho imparato che se ci credi puoi fare tutto”.

Foto: zimbio.com