Ultimo aggiornamento: venerdi' 03 luglio 2020 15:00

RHIAN BREWSTER, L’ULTIMO GOLDEN BOY DEL LIVERPOOL

20.06.2020 | 15:35

Rhian Brewster è un classe 2000, attaccante di proprietà del Liverpool passato anche dalle giovanili del Chelsea. Considerato uno dei talenti più promettenti del calcio inglese, Brewster è stato autore di 3 gol all’ europeo Under 17 di due anni fa e capocannoniere, con 8 reti, del successivo mondiale di categoria vinto dall’Inghilterra (è stato premiato con il Golden Boot e la Bronze Ball). Il suo score con la selezione Under 17 dei “Giovani Leoni” è straordinario, con ben 20 reti in 23 partite, che lo lo hanno portato alla promozione in U18 e poi anche in U21.

Padre inglese e madre turca, Brewster è nato a Chadwell Heath e ha mosso i primi passi nel mondo del calcio nelle accademie di Chadwell Heath e Shield. All’età di sette anni, è stato notato dagli scout di mezza Premier. Dopo qualche riflessione, Rhian ha scelto il Chelsea, società dove è cresciuto notevolmente e dove è rimasto fino all’età di 14 anni, quando, nel 2015, ha deciso di passare al Liverpool. L’impatto con la realtà Reds è stato importante: i risultati con la formazione Under 18 sono stati subito buoni e così è passato rapidamente all’Under 23, dove ha segnato al suo debutto contro l’Ipswich Town.

Piano piano anche Klopp lo ha notato e ha iniziato a inserirlo in prima squadra, con la quale ha collezionato finora 3 presenze. Poi, a gennaio, ecco il trasferimento in prestito allo Swansea, un’operazione che sancisce la consacrazione di Brewster: con il club gallese il giovane attaccante ha messo a segno 6 gol in 12 presenze. Numeri mica male per un classe 2000 alla sua prima vera esperienza nel calcio dei grandi. Punta centrale completa, Brewster è dotato di uno spiccato senso del gol, è molto veloce e possiede un buon tiro dalla distanza. Un centravanti dinamico, una costante minaccia per le difese avversarie. I margini di miglioramento sono ancora molto ampi, lo sa bene il Liverpool che vuole puntare sul suo golden boy in un futuro non troppo lontano.

 

Foto: Twitter personale Rhian Brewster