Ultimo aggiornamento: lunedi' 19 ottobre 2020 17:58

Il retroscena: Ausilio-Kia, alleanza in nome di Pioli. E anche Suning…

06.11.2016 | 17:35

Quello che stava emergendo all’ora di pranzo si è materializzato nel corso del pomeriggio. Anche Kia Joorabchian, lo stesso che aveva contattato Zola, si è adeguato alla linea Ausilio in nome di Stefano Pioli. Una svolta sostanziale, essenziale. Al punto che Suning ha seguito quell’alleanza, mollando tutte le altre piste. Una svolta importante per ridare ad Ausilio la centralità del ruolo, immaginate cosa sarebbe accaduto (possiamo utilizzare questo verbo, ormai) in caso contrario. Anche se sulla proficuità e sull’utilità dell’intero gruppo di lavoro andranno fatte alcune riflessioni a bocce ferme. Kia non si era messa di traverso dinanzi all’ipotesi Marcelino, di sicuro non l’aveva bocciata, ma il cambio di rotta è stato essenziale. Inutile disquisire troppo sul ruolo di Joorabchian, a maggior se lo fa chi in passato ha sottovalutato il suo raggio d’azione, snobbando a livello mediatico operazioni come quelle relative Joao Mario e Gabigol, ritenendole impossibili e che poi sono andate in porto. Nel frattempo, la svolta è stata totale e dovrebbe garantire un minimo di serenità all’Inter dopo giorno tremendi. La risoluzione del contratto tra Pioli e la Lazio sarà un passaggio automatico, entro domani: in fondo anche Lotito non vede l’ora…