Ultimo aggiornamento: martedi' 27 ottobre 2020 00:15

Ranieri: “Il mio esonero all’Inter? Qualcuno vicino a Moratti…”

13.09.2016 | 16:12

Nell’ambito di un’intervista rilasciata a Calcio2000, l’attuale allenatore del Leicester – campione in carica d’Inghilterra – Claudio Ranieri è tornato sull’esonero riservatogli dall’Inter nel marzo del 2012: “Qualcosa si ruppe a gennaio con le cessioni di Coutinho, che era il mio primo cambio, e, soprattutto, Thiago Motta. Cercai in tutti i modi di convincere Thiago a posticipare a giugno il suo approdo al Paris Saint-Germain, ma il ragazzo era convinto che il cambio immediato avrebbe cambiato la propria carriera. Chissà, se al posto delle sette vittorie consecutive avessimo ottenuto risultati altalenanti, magari con successi, pareggi e sconfitte, forse avrei continuato. Ma qualcuno vicino al presidente Moratti, dopo quella striscia, si era messo in testa che potevamo vincere lo scudetto, non era così chiaramente. Io sarei rimasto, avevo un progetto e tanta voglia di fare bene in nerazzurro. Fu lui a decidere il mio esonero, non certo i giocatori”.

Foto: Mirror