Ultimo aggiornamento: mercoledi' 03 giugno 2020 00:25

RAMY BENSEBAINI, IL JOLLY DELLA DIFESA CHE AIUTA ANCHE IN ZONA GOL

18.05.2020 | 12:00

Ramy Bensebaini - Borussia Monchengladbach - Kicker

La Bundesliga è stato il primo campionato fra i top 5 d’Europa a decidere di ripartire e, fra i protagonisti indiscussi di questa prima giornata dopo lo stop causato dalla pandemia c’è stato sicuramente Ramy Bensebaini, difensore del Borussia Moenchengladbach autore di un gol e un assist nella gara vinta 3-1 contro l’Eintrach Francoforte.

Classe 1995, è ritenuto uno dei più grandi prospetti del calcio algerino. Dopo aver cominciato la carriera in Algeria, a 19 anni arriva in Europa. Dopo aver fatto provini con Nizza, Porto e Arsenal, approda in Belgio, dove gioca con la maglia del Lierse. Dopo una sola stagione, viene acquistato in prestito dal Montepllier che, nell’estate successiva, decide di non riscattarlo e spedirlo nuovamente in Belgio. Fortunatamente, a credere in lui ci pensa il Rennes. Con i Rouges et Noirs, gioca per ben tre stagioni, divenendone un pilastro e conquistando anche una Coppa di Francia nel 2019. La scorsa estate, poi, l’approdo in Germania: dopo un timido inizio, ad oggi, Bensebaini conta 19 presenze, 5 gol e 3 assist con la maglia del Borussia Monchengladbach.

Terzino capace di giocare anche come centrale, all’inizio della sua carriera limitava molto le scorribande sulla fascia, salendo in attacco solamente in occasione dei calci piazzati, per sfruttare il suo ottimo colpo di testa. Tuttavia, dal suo arrivo in Germania, ha cominciato a osare di più, risultando spesso decisivo con assist per i compagni. Molto bravo nelle letture di gioco, spesso anticipa gli attaccanti e sfrutta molto la sua abilità nel gioco aereo. Anche da centrale, non ha mai sfigurato, ottenendo più che discreti risultati. Negli anni, ha migliorato molto anche il piede debole, pur continuando decisamente a preferire il sinistro. Insomma, un ragazzo che negli anni ha saputo affinare le proprie caratteristiche migliori e ha lavorato sui suoi punti deboli.

 

Foto: Kicker