Altro
Cairney festeggiamenti playoff Fulham Twitter

QUALITÀ E PERSONALITÀ PER IL RITORNO IN PREMIER DEL FULHAM: CAIRNEY, DA TRASCINATORE A UOMO MERCATO

Il Fulham torna in Premier League dopo 4 lunghi e interminabili anni. Un trionfo sudato e giunto attraverso i playoff, nonostante il terzo posto durante la regular season. In finale, a decidere l’incontro con l’agguerrito Aston Villa di John Terry, è la rete siglata al 23′ del primo tempo da Tom Cairney: centrocampista, trascinatore e soprattutto capitano della formazione londinese. Nel tempio del calcio inglese, a Wembley, tifosi dei Cottagers possono esultare per l’agognato obiettivo centrato. Successo, questo, che fa sorridere anche le casse del club: secondo i calcoli di Deloitte Sports Business Group, infatti, il Fulham porta a casa anche una cifra vicina ai 182 milioni di euro per il prossimo triennio tra diritti tv e merchandising. Al di là di tutto, la firma d Cairney resterà nella storia dei bianconeri che, dopo tante delusioni, riescono a riaffacciarsi in massima serie dove mancavano dalla stagione 2013-2014. Cairney nasce a Nottingham il 20 gennaio del 1991, sin da piccolo inizia a rincorrere un pallone per le strade del suo quartiere e si accorge di avere sicuramente una marcia in più rispetto ai suoi coetanei. La famiglia lo appoggia in tutto e per tutto condendogli la possibilità di iscriversi a una scuola calcio locale dove riesce a mettersi in mostra attirando le attenzioni del Leeds che nel 1998 decide di inserirlo nel proprio settore giovanile. Da quel momento in poi avrà inizio la carriera calcistica di Cairney che non perde tempo e inizia ad apprendere velocemente i segreti del mestiere seguendo alla lettera tutti i consigli dello staff tecnico. La sua stella comincia a brillare sempre più e anno dopo anno il suo potenziale migliora a vista d’occhio fino a stregare gli osservatori dell’Hull City: nel 2007 durante una sfida di campionato Under 18 viene notato e monitorato, la dirigenza dei Tigers non ci pensa due volte e provvede per il tesseramento immediato.

Cairney coppa playoff Fulham Twitter

Appena giunto nella sua nuova società, Cairney si mette a lavorare con la sua solita disciplina, dote che finora gli ha sempre permesso di conquistare tutti i traguardi prefissati. Dopo un breve periodo nella formazione Under 23, si affaccia in prima squadra esordendo dopo poco tempo all’età di 19 anni. Il suo impatto è dei migliori e a piccoli passi riesce a ritagliarsi, spesso e volentieri, il proprio spazio anche all’interno dell’undici titolare. Grazie alla sua spiccata personalità e alla sua forte determinazione, regge la pressione e si dimostra all’altezza. Il suo rendimento non passa affatto inosservato e nel 2014 il Blackburn avanza un’offerta prelevandolo con la formula del prestito. Dopo una stagione in linea con le aspettative i Rovers decidono di riscattarlo acquistandone il cartellino a titolo definitivo. Nella seconda annata non fa altro che confermarsi e inevitabilmente, dopo la retrocessione in League One dei biancoblu, viene messo sul mercato: l’offerta più allettante è quella del Fulham che, sbaragliando la concorrenza, se lo aggiudica. Nel frattempo Cairney decide di rispondere, dopo aver indossato le maglie dell’Under 19 e dell’Under 21, alla chiamata della Nazionale maggiore scozzese per via delle origini della madre. Con i Cottagers è amore a prima vista e le sue performance, come ampiamente previsto, non deludono: in questi anni la sua crescita è stata a dir poco esponenziale, non a caso la società l’ha nominato anche capitano. Cairney (valutato circa 15 milioni, scadenza contratto nel 2021 più opzione) ha risposto con i fatti e sul campo siglando il gol che è valso l’attesissima promozione in finale playoff. Ora le sirene di mercato non mancano: Newcastle, Leicester, Watford, West Ham, Burnley ed Everton sono sulle sue tracce da tempo, ma chissà se il legame con l’ambiente bianconero non possa fare la differenza e impedire la sua partenza. Di sicuro il tecnico Slavisa Jokanovic è intenzionato a rinnovargli la fiducia affidandogli le chiavi del reparto nevralgico anche in Premier League, campionato che ha soltanto assaggiato quando era ragazzino. Cairney, 6 marcature personali e 5 assist in 37 gare durante questa stagione, ora più che mai è maturo, motivato e pronto a esplodere.

Foto: Fulham Twitter

Archivio: Altro