Ultimo aggiornamento: venerdi' 24 maggio 2019 09:20

Quagliarella e il suo momento magico: “Alla Samp sto da dio”

18.04.2019 | 14:01

Il bomber della Sampdoria Fabio Quagliarella, ora nel pieno di una sorta di seconda giovinezza, ha affrontato diversi temi nel corso di una lunga intervista rilasciata al Corriere dello Sport.

L’attaccante continua a far parlare di sé per la sua straordinaria capacità realizzativa e, quest’anno, il suo nome è stato spesso accostato a tal proposito a quelli di giocatori del calibro di Messi e Ronaldo. “Loro fanno un altro sport. L’unico fenomeno in grado di raggiungerli è Mbappè.”

A Genova il giocatore blucerchiato sta vivendo una delle sue migliori stagioni agli ordini del tecnico Marco Giampaolo col quale “non servono comizi quotidiani”, fatto che costituisce la base del loro forte legame. Per l’attaccante è arrivata anche la convocazione con la nazionale. “Quando ho letto che non era un premio alla carriera ho compreso la profondità del progetto del mister.”

Il numero 27 ha poi ricordato due dei momenti più difficili della sua carriera: “L’infortunio al ginocchio nel 2011 con la paura di non poter tornare ad alti livelli e lo stalkeraggio di Napoli, una bastonata. Ho conosciuto la sofferenza atroce, allargata a chi mi vuole davvero bene.”

A proposito del proprio futuro, ha invece poi affermato: “Qui sto da dio. Mi piacerebbe un’esperienza in Mls, ho sfiorato l’estero soltanto una volta con la trattativa con il West Ham poi sfumata.”

 

Foto: sito ufficiale Sampdoria