Ultimo aggiornamento: venerdi' 22 november 2019 14:06

Presidente Lecce: “Straordinario fermare la Juve, Liverani parte integrante del progetto. Difesa in difficoltà? A gennaio valuteremo”

28.10.2019 | 14:03

Saverio Sticchi Damiani, presidente del Lecce, ha parlato del momento dei salentini dopo il pareggio con la Juventus ai microfoni di Radio Anch’io lo Sport: “Direi che è stato un sabato perfetto, con lo stadio pieno di tifosi e famiglie. E’ il primo punto nel nostro stadio appena ristrutturato, un risultato prestigioso”.

Quanto è importante Liverani?
“Ha svolto un lavoro straordinario in questi ultimi due anni, si è integrato bene nella società, ricoprendo un ruolo che va anche oltre l’allenatore. E’ parte integrante nel progetto. La sua presenza non è legata alla prestazioni o al risultato del momento, è una cosa più duratura”.

Il pubblico?
“Noi siamo entrati nel Lecce puntando molto anche sulle famiglie, andando nelle scuole. Per cercare di riavvicinare le persone che si erano un po’ allontanate dopo la Serie C. Abbiamo fatto circa 20mila abbonati che per noi è un record assoluto, meglio della prima Serie A del Lecce. Un risultato dal valore incredibile”.

Difesa in difficoltà?
“Vediamo a gennaio, dovremo farci trovare pronti per gli interventi necessari. La nostra squadra subisce molti gol però prova a farne tanti, è un po’ il nostro dna con tanti giocatori offensivi. Siamo pronti a sfruttare eventuali occasioni a gennaio”.

L’attacco segna poco?
“La nostra campagna acquisti è stata sbilanciata soprattutto in attacco, secondo le indicazioni del ds e dell’allenatore. Mancosu sta facendo bene, ma ha segnato dei rigori conquistati dagli altri nostri attaccanti, dai quali ovviamente ci aspettiamo qualcosa in più”.

La prossima di campionato vedrà lo scontro tra Samp e Lecce, poi Sassuolo e Lazio.
“Adesso c’è una gara contro una squadra che – classifica alla mano – sembra in difficoltà. Ma guai a pensare ad una gara semplice. Inoltre lascerei perdere il tema del calendario pericoloso ormai superato. Non vedo gare semplici”.