Ultimo aggiornamento: giovedi' 12 dicembre 2019 20:37

Pirlo: “Conte un genio. Tonali? Simile a me per personalità. Prima di andare alla Juve fui vicino alla Roma”

01.11.2019 | 23:35

Andrea Pirlo, ormai ex stella del calcio italiano, ha rilasciato un’interessante intervista a Radio Radio. Queste le sue dichiarazioni: “Conte? Sicuramente il più patito di tattica. È un genio, dirgli che sia solo grinta è riduttivo. Prima di andare alla Juventus fui vicino alla Roma. C’erano stati dei contatti, ma alla fine non se ne fece di nulla”.

Modello di allenatore?
“Ho avuto la fortuna di avere tanti grandi allenatori nella mia carriera e quindi in un futuro cercherò di prendere un po’ da tutti. La calma di Ancelotti, la grinta di Conte e un po’ anche dagli altri. Tenterò di metterli tutti insieme per essere l’allenatore ideale”.

Tonali?
“Rivedo in lui qualcosa di mio nella personalità, non nel modo di giocare. Tonali gioca con grande tranquillità, non ha paura di farsi dare la palla e di sbagliare. Poi quel capello un po’ lungo…”.

Zaniolo?
“Hanno entrambi un grande futuro. Zaniolo ha grande forza fisica e Tonali è più centrocampista. Sono il futuro dell’Italia”.

Pallone d’Oro?
“Non è mai stato un mio obiettivo, anche perché pensavo più a vincere con la squadra che al resto. Poi certo, se vinci tanto col tuo club e con la Nazionale, il Pallone d’Oro viene di conseguenza. Sono arrivato tra i primi cinque per un paio d’anni e già quello è stato soddisfacente”.

Nazionale di oggi?
“Il percorso di Mancini è iniziato benissimo. Ha avuto il coraggio di far giocare questi giovani che sono bravi. Hanno conquistato una bella qualificazione agli Europei e stanno mostrando di poter migliorare ancora. Secondo me sono sulla strada giusta”.

Foto: Pirlo Twitter