Ultimo aggiornamento: lunedi' 17 giugno 2019 00:35

Pioli: “Napoli? Crediamo nelle nostre qualità, vogliamo continuare a crescere. L’ultimo incrocio…”

08.02.2019 | 15:12

Stefano Pioli, allenatore della Fiorentina, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Napoli: “Abbiamo il nostro modo di stare in campo e dobbiamo confidare nelle nostre qualità per fare una bella partita. L’ultimo incrocio? Sicuramente non l’abbiamo rivista, ogni gara fa storia a sé e il Napoli ha cambiato anche l’allenatore che ha portato concetti nuovi. È un bene che Ancelotti sia tornato in Italia, parliamo di un allenatore speciale. L’anno scorso ci riuscì tutto, a loro veramente poco. Se vogliamo fare meglio dell’anno scorso dobbiamo avvicinarsi a 60 punti, ne mancano 29 e ogni occasione deve essere sfruttata. Dobbiamo vincere con una grande al Franchi e domani ci sarà una possibilità. Siamo distanti dalle partite dentro o fuori, tranne che per quel che riguarda la Coppa Italia. L’anno scorso avevamo tre punti in meno in classifica e sette di distanza dalla Samp, poi siamo arrivati davanti. Dobbiamo però cercare di fare punti, sulla carta la partita è molto difficile ma dobbiamo concentrarci per dare il massimo. Vitor Hugo? Sia lui che Laurini hanno avuto problemi, vedrò domattina se convocarli o meno, altrimenti potrei convocare due giovani della Primavera. Cercherò fino all’ultimo di recuperarli, ma fino a domani non lo potrò sapere. Emiliano Sala? Sappiamo quanto sia difficile affrontare queste cose. Veretout è molto colpito e scosso, ci ha giocato insieme. Facciamo le condoglianze alla famiglia e li abbracciamo, nella speranza che le persone vicine possano stringersi intorno alla famiglia. Hamsik? Da lontano è difficile dare giudizi. Parliamo di un ottimo giocatore che ha dato tanto al Napoli ma gli azzurri, per nostra sfortuna, hanno tanti giocatori importanti a centrocampo, come Allan, Fabian Ruiz, uno dei migliori arrivati in Italia quest’anno, e Diawara. Chiesa? Difficile che possa essere ancor più determinato di quello che già è. Sta crescendo e maturando tanto, mettendosi al servizio della squadra. Pjaca come sta? Fisicamente bene, è chiaro che ci aspettiamo tanto da lui. Domenica non ha inciso come volevamo, ci aspettiamo di più da lui. Simeone? Il tridente pesante ci può stare, ma le valutazioni le farò domattina quando capirò chi ci sarà nel reparto arretrato. Non pensiamo alla gara dell’anno scorso, l’importante è che stia bene. Sono un po’ preoccupato dall’emergenza difensiva, Hugo e Laurini sarebbero importanti. Ripeto però che deciderò solo domattina”.

Foto: Fiorentina Twitter