Ultimo aggiornamento: sabato 22 gennaio 2022 13:58

Pioli: “Abbiamo superato il momento difficile. Mi aspetto un ottimo finale di stagione. Ibra? Domani parte dall’inizio”

20.03.2021 | 14:36

Dopo la sconfitta interna con il Manchester United, costata l’eliminazione in Europa League, il Milan è atteso dalla trasferta di Firenze. Del match contro la Fiorentina, in programma domani allo stadio Artemio Franchi, ha parlato in conferenza stampa il tecnico rossonero, Stefano Pioli. Queste le sue parole:

Sull’uscita dall’Europa League: “E’ stato un dispiacere forte ma siamo usciti dall’eliminazioni ancora più consapevoli delle nostre qualità. Ma anche che in certi livelli i particolari fanno la differenza, e nelle due aree di rigori siamo stato meno qualitativi“.

Su Ibrahimovic: “Domani partirà dal primo minuto, la gara di giovedì gli è servita per mettere minutaggio. Non sappiamo quanto potrà durare ma la sua presenza è molto importante per noi. Le sue parole nel post gara di giovedì? Le parole di Zlatan mi sono piaciute tantissimo. Non poteva dire altro. Noi dobbiamo puntare il massimo, mancano 11 giornate, siamo lì in piena lotta e dobbiamo provare a vincerle tutte, giocando al massimo ogni gara. Probabilmente domani sarà la gara più complicata, sia per la bravura degli avversari sia perché veniamo da un periodo dispendioso ma non ci interessa. Dopo la sosta sono sicuro che andremo forte“.

Su Calhanoglu: “Il Covid e gli infortuni ti impediscono di essere brillante, Calha è un giocatore importante, sta cercando di ritrovare la miglior situazione psicofisica, lo farà presto e tornerà ad essere determinante. Manca poco, ha avuto problemi ma già da domani mi auguro che possa fare bene“.

Sui tanti infortuni: “Sono stati troppi. In alcuni casi ci sono delle giustificazioni; in altri, qualcosina ci è sfuggita. Nel conto, comunque, va messo anche il Covid e le tante partite giocate. Intanto, abbiamo recuperato Ibra e Bennacer. Dove saremmo senza infortuni? Sapevamo che poteva essere una stagione molto impegnativa. Sento che la squadra ha superato il momento difficile. Mi aspetto un ottimo finale di campionato“.

Sulla gara con la Fiorentina: “Firenze è stata per me la situazione che ho vissuto maggiormente nella mia carriera, sia da giocatore che allenatore, poi per quello che tutto il gruppo Fiorentina ha vissuto nella tragedia di Davide, sono cose che ti restano dentro. Non sarà mai una partita normale“.

Foto: twitter Milan