Ultimo aggiornamento: domenica 24 gennaio 2021 21:55

PICCOLI, IL FASCINO DELLA PRIMA VOLTA

21.12.2020 | 12:29

Roberto Piccoli nasce a Bergamo il 27 gennaio 2001, è un attaccante attualmente in forza allo Spezia, in prestito dall’Atalanta.
Cresce nel settore giovanile dell’Atalanta e l’esordio in prima squadra arriva il 15 aprile 2019, nello 0-0 di Coppa Italia contro l’Empoli. Nei mesi seguenti vince Campionato e Coppa Italia con la Primavera nerazzurra, la stagione successiva è quella del secondo scudetto consecutivo e del titolo di capocannoniere in Youth League con 8 reti, alla pari con Goncalo Ramos del Benfica.
Nel settembre 2020 passa allo Spezia in prestito, il 25 novembre arriva la prima rete con la formazione allenata da Italiano, nel successo per 4-2 in Coppa Italia contro il Bologna.

Quella di ieri a Milano contro l’Inter è la prima volta a segno in Serie A per il giovane bergamasco, un gol che è arrivato negli ultimi secondi di gara, ininfluente per il risultato finale ma che potrebbe essere il primo di una lunga serie.
Roberto Piccoli dopo la partita è stato intervistato ai microfoni di Sky: “E’ un sogno fare gol a San Siro, è un’emozione indescrivibile in uno stadio così contro giocatori importanti”.
Sull’Atalanta: “Nelle giovanili ci sono settori specializzati per ogni ruolo. Io ho avuto la fortuna di essere allenato da ex giocatori. Ho avuto difensori come Zanchi che mi ha aiutato molto nell’attacco alla porta, ho avuto anche Lorenzi o mister Brambilla che mi ha aiutato molto. L’Atalanta è un settore giovanile importante che ti aiuta a livello umano e calcistico”.
Il classe 2001 ha anche detto che il suo punto di riferimento in attacco a Bergamo era Duvan Zapata, mentre i suoi idoli da quando era bambino sono Vieri e Ibrahimovic, per la loro forza fisica ed il lavoro svolto per la squadra.
Piccoli, aldilà del cognome, è molto dotato fisicamente ed è in grado di fare reparto da solo, ha un grande senso del gol e un tiro potente e preciso. I suoi guizzi potrebbero dare una grande mano allo Spezia per il raggiungimento della salvezza, mister Italiano lo sa e gli darà sicuramente altre possibilità per dimostrare il suo valore.

Foto: Twitter ufficiale Spezia