Ultimo aggiornamento: domenica 13 giugno 2021 22:52

PHILLIPS, PRIMO CENTRO AL SAPORE DI CHAMPIONS LEAGUE

20.05.2021 | 13:01

Il Liverpool è vicinissimo alla qualificarsi alla prossima Champions League, il 3-0 di ieri sera sul campo del Burnley, unito al successo del Chelsea di martedì sul Leicester, hanno messo il destino nelle mani della squadra di Klopp. Dopo il clamoroso gol di Alisson al 95′ di domenica, questa volta le firme le hanno messe Firmino, Phillips ed Alexander-Arnold. Adesso i Reds sono a pari punti col Leicester, ma godono di una migliore differenza reti, alle Foxes servirà una improbabile goleada contro il Tottenham per sperare di accedere all’Europa che conta.

Nathaniel Phillips è l’autore del momentaneo 2-0 col Burnley, rete che ha dato la tranquillità e messo l’ipoteca sul successo di ieri sera. Parliamo di un difensore centrale di 190 cm, nato a Bolton il 21 marzo del 1997, cresciuto nell’accademia del Bolton. Nel 2016 lascia la città natale e si allena con l’Huddersfield Town, nell’attesa di partire  dopo aver ottenuto una borsa di studio all’Università di North Carolina a Charlotte. A due giorni dal suo volo pianificato per gli USA arriva la chiamata dell’academy del Liverpool e la raggiunge immediatamente. Nell’estate del 2018 Phillips inizia ad allenarsi con la prima squadra e diventa un membro stabile nella squadra di Klopp, nonostante continui a giocare per il team delle riserve. Festeggia la vittoria della Champions League 2019 a Madrid come membro inutilizzato del Liverpool.
Ad agosto di quell’anno va in Germania, allo Stoccarda in Bundesliga 2 in prestito, l’obiettivo è quello di mettere partite di livello nelle gambe. Fa il suo debutto contro l’Hansa Rostock in DFB-Pokal, la Coppa di Germania. La prima in campionato la gioca il 17 agosto col St. Pauli. Il 27 dicembre 2019, il Liverpool annuncia il ritorno di Phillips dal prestito a partire dal 1 gennaio 2020, a causa dei numerosi infortuni in difesa nel club.
La prima presenza con i “grandi” arriva il 5 gennaio nel match di FA Cup contro l’Everton, ma una settimana più tardi viene rispedito allo Stoccarda per completare la stagione lì.
Nell’ottobre 2020 c’è l’esordio in Premier League, da titolare nel 2-1 al West Ham. Continuano le sue prime volte, a marzo c’è quella in Champions League nel ritorno contro il Lipsia, dove viene nominato man of the match.
Stesso premio ricevuto da Nathaniel ieri dopo il successo sul campo del Burnley, che ha visto anche arrivare il suo primo centro, con un colpo di testa che ha messo in ghiaccio la gara e forse anche le speranze Champions dei suoi. L’infortunio grave di Van Dijk ed il difficile adattamento al calcio inglese del neo acquisto di gennaio, Ozan Kabak, hanno regalato tanto spazio e fiducia a Phillips, che in questa stagione ha sicuramente compiuto passi da gigante verso un futuro ad alti livelli.

 

 

 

Foto: Twitter Liverpool