Ultimo aggiornamento: venerdi' 14 agosto 2020 10:34

Perinetti riparte da Brescia, ma con i super poteri di Cellino

27.07.2020 | 22:46

Giorgio Perinetti ha una grande esperienza e dovrebbe anche conservare l’autonomia che spesso ha contraddistinto la sua carriera. Al Genoa non è andata benissimo, perché decideva e decide tutto Preziosi, sappiamo com’è andata a finire. Ora Perinetti ha deciso di mettersi a disposizione di Cellino, firmando il contratto e ripartendo da una situazione delicata. Il direttore sportivo deve essere sempre autonomo, indipendente, libero da qualsiasi condizionamento, altrimenti è giusto che resti a casa aspettando l’opportunità giusta per ripartire. A Brescia i super poteri sono tutti di Cellino, sappiamo bene com’è finita con i predecessori di Perinetti (ultimo esempio Marroccu, ora proprio al Genoa). E ci vorrà molto poco per capire quanto il ruolo di direttore sportivo in questo caso possa essere accompagnato da quel minimo indispensabile, il minimo sindacale, per decidere qualcosa in prima persona. In modo da tutelare il ruolo senza dipendere sempre dai diktat del presidente.

FOTO: Zimbio