Ultimo aggiornamento: sabato 19 settembre 2020 09:31

Pellegrini: “E’ un onore indossare la maglia della Roma. Fonseca è un allenatore ambizioso”

04.08.2020 | 22:27

Lorenzo Pellegrini, centrocampista della Roma, è intervenuto ai microfoni del sito ufficiale del club giallorosso: “Giudizio al nostro campionato? In generale la prima parola che mi viene in mente è ripartenza. Quest’anno ho visto qualcosa di diverso in tutto l’ambiente. Abbiamo cambiato un allenatore, ci siamo conosciuti con i nuovi arrivati e il campionato che ne è venuto fuori non è stato né ottimo, né pessimo. Se pensiamo a quello che avevamo fatto vedere nella prima parte della stagione forse avremmo potuto piazzarci qualche posizione più in alto, ma secondo me abbiamo dimostrato delle buone cose”.

Pellegrini ha parlato di Fonseca: “Personalmente quello che apprezzo di più del mister è che è un allenatore ambizioso, con tanta voglia di vincere e di crescere, ma riesce ad affrontare tutte queste cose con la massima serenità. Non è scontata questa cosa, a volte in quel ruolo si rischia di vivere certe situazioni con ansia e tensione, ma lui riesce a trasmettere davvero tanta serenità e lo stimo molto per questo. Tecnicamente, poi, secondo me ha già dimostrato di essere un grande allenatore”.

Il calciatore romano vorrebbe rigiocare una gara: “Juventus-Roma di Coppa Italia, potevamo ambire a qualcosa di più in quel torneo, ma abbiamo incontrato subito loro dopo il Parma: quella partita la vorrei rigiocare, perché è arrivata nel momento più difficile della stagione. Nello stesso momento arrivò il Derby, che fu negativo per il risultato finale, ma anche in quel caso giocammo molto bene, le occasioni furono davvero tante e fu scandaloso pareggiare quella partita”.

Il calciatore classe 1996 parla anche del suo ruolo: “Preferisco giocare un po’ più davanti, mentre da mediano devo migliorare in fase di non possesso, nel fare schermo ai compagni dietro. Con il nuovo sistema di gioco, però, giocare nei due davanti alla difesa sarebbe diverso, perché i due mediani si schierano un po’ di più in verticale e io potrei ricoprire il ruolo di quello che si schiera più avanti: mi permetterebbe di toccare tanti palloni, la cosa che mi dà più fiducia durante le partite e che mi fa crescere minuto dopo minuto”.

La maglia della Roma è un onore: “Per me essere qui e indossare questa maglia non è un peso, è un onore. Io sono cresciuto qua dentro e devo tanto alla Roma. È davvero un orgoglio, per me e la mia famiglia. Non devo mai guardare indietro, devo solo concentrarmi per migliorarmi e per poter portare alla Roma il miglior Lorenzo possibile. Non voglio essere paragonato a nessuno, ma non voglio nemmeno evitare le critiche: ci stanno, è il nostro lavoro, so che ci si aspetta tanto da me, giustamente. Io cerco sempre di prendere il lato positivo delle cose, per provare a migliorare e per diventare più forte”.

 

Foto: Twitter Roma